“Sporchi la divisa che indossi”, volontario della Croce Rossa di Loano insultato perché nero

“Sporchi la divisa che indossi”. E’ l’attacco razzista sferrato contro Umar Ghani, 25enne originario del Ghana volontario della Croce Rossa del Comitato di Loano (Savona).
Il ragazzo è stato insultato perché di colore mentre il 3 agosto distribuiva gadget della Cri.
La Croce Rossa Italiana ha da poco lanciato la campagna “Io non sono un bersaglio”: lo scopo è quello di denunciare le violenze sia fisiche che verbali che i volontari subiscono durante il servizio. Il presidente nazionale della Cri ha detto: “Colpire chi porta soccorso significa annichilire la speranza”.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com