Indelebili Today - L'informazione a portata di mano

Il Gal Nebrodi Plus, d’intesa con il Comune di Sant’Agata di Militello, ospiterà l’assessore Regionale On. Prof. Lagalla

Presentazione del bando pubblicato dal Dipartimento dell’Istruzione e della Formazione Professionale della Regione Siciliana, sul sito www.sicilia.fse.it, relativo alla formazione per la creazione di nuova occupazione.
Il Gal Nebrodi Plus, d’intesa con il Comune di Sant’Agata di Militello, ospiterà l’assessore Regionale On. Prof. Lagalla Roberto sabato 25 gennaio alle ore 16.00, presso la sala delle riunioni dell’università Telematica Pegaso (via Medici 189 – centro commerciale Agorà) in occasione della presentazione del recente bando del Dipartimento dell’Istruzione e della Formazione Professionale della Regione Siciliana relativo alla formazione per la creazione di nuova occupazione.

Si tratta di una nuova impostazione metodologica della formazione professionale essenzialmente basata sull’individuazione dei fabbisogni imprenditoriali da soddisfare. L’Avviso sarà infatti presentato al sistema delle piccole e medie imprese operanti nel territorio dei Nebrodi e nei comparti produttivi dell’agroalimentare, artigianato, manifatturiero, edilizia, turismo, beni culturali, servizi sociali, comunicazione e tecnologie dell’informazione.
“ E’ il momento – afferma il presidente del Gal Nebrodi Plus Francesco Calanna – di raccogliere la
sfida del nuovo corso avviato dall’Assessore Lagalla, per intraprendere un dialogo produttivo con le imprese finalizzato all’accrescimento della loro competitività investendo sulla formazione”. La vasta platea di disoccupati e/o inoccupati, in età giovanile e non, potranno cogliere l’opportunità di questo investimento sulla formazione e sulla stretta collaborazione con il sistema delle imprese, per qualificarsi e/o riqualificarsi, finalizzandola allo stabile inserimento in azienda. L’innovatività del percorso formativo che il bando promuove consiste, infatti, in un processo che, a fronte
dell’individuazione di concrete necessità professionali carenti sul territorio, si faccia corrispondere anche l’impegno ad assumere, da parte delle imprese destinatarie, di una quota non inferiore del 25% dei soggetti così formati.

Si verrebbero finalmente a saldare le attività formative alle vere esigenze del territorio.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com