Coronavirus, Milano come Wuhan: in 6 giorni un ospedale da 600 posti alla Fiera

Al via il progetto per realizzare una struttura da 600 posti letto all’interno dei padiglioni della Fiera

Il governatore lombardo Attilio Fontana, da giorni in pressing sul governo anche per provvedimenti più restrittivi alla circolazione delle persone, di concerto con Gallera ha scritto a Palazzo Chigi del progetto del nuovo ospedale d’emergenza, da realizzare in tempi rapidissimi. «A seguito dell’aumento dei casi riscontrati e della conseguente necessità di ricovero per pazienti che necessitano di ausili respiratori e assistenza intensiva, Regione Lombardia sta convertendo tutti gli spazi possibili e disponibili in aree per Terapie intensive e ha avviato l’ ulteriore conversione di aree socio-sanitarie – scrivono Fontana e Gallera – Tuttavia la numerosità dei nuovi casi richiede ulteriori azioni per le quali siamo a chiedere il vostro intervento».

Appunto, per la trasformazione dell’ex-padiglione fieristico in un mega reparto di rianimazione servono, oltre alla struttura per cui la Regione si appoggerebbe a Fiera Milano, i macchinari e soprattutto il personale.  Il sito individuato è già dotato di tutte le alimentazioni elettriche per la portata necessaria. “La Fiera stessa è in grado di garantire in tempi record i prefabbricati necessari, ossia strutture temporanee mobili previste di impianto di espulsione di aria filtrata, impianto gas medicinali, impianto elettrico dotato di continuità elettrica”.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com