Emergenza coronavirus: cosa cambia in Sicilia a partire da oggi 18 maggio |VIDEO

Rimane l’obbligo della mascherina.

Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ha firmato la nuova ordinanza che recepisce il decreto del presidente del Consiglio e regolamenta, tra l’altro, le attività economiche e produttive, il trasporto pubblico e la prevenzione sanitaria. Ma nell’Isola ci saranno alcune restrizioni ulteriori. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

7:36 – Nello Musumeci ha firmato una nuova ordinanza: “Obbligo mascherine”

Video del 17 maggio

Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ha firmato la nuova ordinanza che recepisce il decreto del presidente del Consiglio e regolamenta, tra l’altro, le attività economiche e produttive, il trasporto pubblico e la prevenzione sanitaria. Ma nell’Isola ci saranno alcune restrizioni ulteriori: ad esempio tutti, eccetto i minori sotto i sei anni, dovranno indossare la mascherine sia all’aperto sia nei luoghi pubblici al chiuso. Rimane l’obbligo di quarantena e di registrazione per chi arriva da fuori regione. Dal 25 maggio potranno riaprire musei e parchi archeologici, palestre e piscine. Non è stata invece ancora fissata la data di riapertura di lidi e stabilimenti balneari che intanto potranno però prepararsi. Più nel dettaglio l’ordinanza conferma, a partire da oggi la riapertura dei servizi alla persona (parrucchieri, estetisti), di tutto il commercio al dettaglio e dei mercati. Nel rispetto delle Linee guida, sono autorizzate le attività di somministrazione di alimenti e bevande quali ristoranti, trattorie, pizzerie, pub, self-service, bar, pasticcerie, gelaterie, rosticcerie e similari. Sono consentite le attività turistiche, le attività alberghiere ed extralberghiere, compresi gli alloggi in agriturismo, bed&breakfast, villaggi turistici, campeggi, case vacanza. Le attività di catering sono autorizzate a partire dall’8 giugno, rimanendo subordinata per ciascun evento la individuazione di locali pubblici o privati adeguati a garantire il rispetto delle Linee guida. Prevista, invece, per il 25 maggio la riapertura di piscine e palestre, dei musei e dei parchi archeologici che da subito potranno prepararsi alla ripresa delle attività, così come gli stabilimenti balneari. Nei prossimi giorni il presidente della Regione incontrerà i rappresentati dei gestori degli stabilimenti balneari per concordare assieme la data ufficiale dell’apertura della stagione.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com