Operazione Majari, arrestato l’ottavo “cartomante”

Un’associazione per delinquere che operava sull’intera provincia di Messina, con base a Santo Stefano Camastra. a Polizia Giudiziaria della Procura di Patti ha arrestato e posto ai domiciliari anche l’ottavo componente, Francesco Ranno, che si trovava all’estero. Figlio di Elvira Parisi, la donna a capo dell’organizzazione, è accusato di associazione per delinquere e truffa aggravata in concorso.

Secondo quanto emerso dalle indagini, l’uomo forniva assistenza nell’ambito della circonvenzione delle vittime, costituendo anello di collegamento tra la madre e l’altra indagata Doina Negru Rodica, con la quale era stato per un periodo fidanzato. Insieme alla Rodica, si occupava della riscossione del denaro contante, recandosi personalmente a casa delle vittime ed era intestatario di una delle carte Postepay su cui avvenivano le ricariche.

E’ tornato in Italia spontaneamente per consegnarsi alla Polizia, dopo essere stato avvisato del provvedimento nei suoi confronti.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com