Milazzo, restano gravi le condizioni del trentenne ferito dopo un tuffo in piscina

L’arrivo dell’elisoccorso lungo la riviera di Ponente è avvenuto poco dopo le 18.30. Necessario l’intervento per il trasporto immediato all’Ospedale Papardo di Messina di un trentunenne milazzese che, poco prima, pare si fosse tuffato frontalmente all’interno della piscina di un lido della riviera di Ponente, dinamica ancora da accettare. L’acqua bassa e la violenza dell’impatto con il fondo della piscina hanno tramortito il giovane che è rimasto immediatamente privo di sensi ed è stato soccorso e tirato fuori dall’acqua per impedire l’annegamento. 

Si trova adesso in coma farmacologico, una delle poche certezze, al momento, è che il colpo è stato tremendo e le conseguenze gravi. Per il resto non è ancora del tutto chiara la dinamica. L’uomo si era tuffato all’interno della piscina del lido poco prima della chiusura quando, ha riportato gravi danni alla colonna vertebrale, perdendo i sensi. Tempestivo l’intervento dei bagnini della struttura che lo hanno immediatamente soccorso e tirato fuori dall’acqua. Sul posto sono arrivati subito dopo gli operatori del 118 e l’elisoccorso, con l’uomo trasferito a Messina all’Ospedale Papardo. Le sue condizioni sono gravi, con la prognosi riservata. I Carabinieri di Milazzo, agli ordini del capitano Andrea Ortolani, hanno già da ieri (anche oggi sono stati sui luoghi ndr) avviato le indagini per cercare di fare piena luce su quanto accaduto.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com