Sono 32 oggi (27 due settimane fa) mentre i soggetti in quarantena sono 40 (27 quindici giorni fa). E’ probabile che l’incremento sia caratterizzato principalmente da due fattori: la variante Omicron di facile trasmissibilità ed il periodo natalizio che inevitabilmente induce le persone a stare maggiormente in contatto. Bisogna mantenere le distanze, indossare la mascherina e ventilare quanto possibile i luoghi chiusi che frequentiamo. Nonostante Capo d’Orlando può vantare un’alta percentuale di vaccinati non bisogna abbassare la guardia. Invito caldamente coloro che ancora hanno qualche dubbio di vaccinarsi il prima possibile. Non possiamo rischiare un ulteriore lockdown che potrebbe compromette anche l’economia della nostra cittadina. Da domani sia le farmacie che i laboratori di analisi riaprono per effettuare i tamponi. La tracciabilità è fondamentale per contrastare l’epidemia ma raccomandiamo a coloro che si trovano in coda per effettuare il test di mantenere le distanze previste e di indossare sempre la mascherina.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com