Capo d’Orlando – I consiglieri comunali di opposizione Sandro Gazia, Teodolinda Liotta, Felice Scafidi, Giuseppe Truglio e Renato Carlo Mangano inviano interrogazione urgente al sindaco Franco Ingrillì riguardo ai “Bandi del PNRR per la raccolta differenziata”, verificato che in data 23 novembre 2021 veniva introitata al Protocollo Generale del Comune di Capo d’Orlando una comunicazione a firma del Direttore Generale della SRR Messina Provincia ed indirizzata al Sindaco ed ai Dirigenti delle Aree Tecnica, Finanziaria e Tributi. Attraverso tale comunicazione si invitava il socio Comune di Capo d’Orlando, qualora interessato alla tematica, a trasmettere, con cortese sollecitudine: a) progetti il cui iter è stato, od è in procinto di essere attivato, indipendentemente dal livello di progettazione (es. Centri Comunali di Raccolta, Trasferenza, etc.); b) soluzioni progettuali (es. tariffazione puntuale, etc.) eventualmente proposteVi anche da soggetti privati (es. dai soggetti gestori o da altri); c) soluzioni di acquisto (es. affitto, noleggio a tariffa, etc.) proposteVi relativamente a macchinari e/o attrezzature per il trattamento dei rifiuti (indifferenziati e non), che siano in grado di potenziare ed integrare sia i servizi di gestione integrata dei rifiuti che l’ulteriore fabbisogno impiantistico; quest’ultimo tenendo in considerazione che questa SRR è l’unica in Sicilia ad avere stipulato, già a gennaio scorso, la concessione per la realizzazione del polo impiantistico pubblico e di pubblica utilità e ad avere attivato l’iter autorizzativo per la relativa costruzione. Presso il polo impiantistico sarà obbligatorio conferire i rifiuti indifferenziati e la frazione umida. Ogni istanza presentata sarebbe stata immediatamente valutata, condividendone i contenuti, sulla base delle previsioni del Piano d’Ambito societario e della superiore pianificazione regionale e successivamente inoltrata per l’eventuale finanziamento.

Infatti, con Decreto Ministeriale N° 396 del 28.09.2021 il MiTE ha avviato le procedure per l’attuazione degli interventi relativi all’investimento 1.1, Missione 2, componente 1 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) per la realizzazione di interventi destinati al miglioramento del ciclo dei rifiuti stanziando la somma complessiva di 1,5 MID di euro. Il 60% di tali risorse è destinato a interventi da realizzarsi nelle regioni del Centro e Sud Italia (12 regioni) e saranno assegnate mediante procedure di evidenza pubblica. Inoltre, il 15 ottobre 2021 sono stati pubblicati i tre avvisi aventi ad oggetto proposte per il finanziamento di interventi rientranti nelle seguenti  aree tematiche:

  1. Linea d’ intervento A: miglioramento e meccanizzazione della rete di raccolta differenziata dei rifiuti urbani.
  2. Linea d’intervento B: ammodernamento (anche con ampliamento di impianti esistenti) e realizzazione di nuovi impianti innovativi di trattamento/riciclo dei rifiuti urbani provenienti dalla raccolta differenziata; per lo smaltimento di materiali assorbenti per uso personale (PAD).
  3. Linea d’intervento C: ammodernamento (anche con ampliamento di impianti esistenti) e realizzazione di nuovi impianti innovativi di trattamento/riciclaggio per lo smaltimento di materiali assorbenti per uso personale (PAD), i fanghi di acque reflue, i rifiuti di pelletteria e i rifiuti tessili.
  • La dotazione finanziaria per gli interventi di cui alla Linea di intervento A per le 12 regioni del cento-sud ammontano a complessivi 360 MLN di euro;
  • Il finanziamento massimo erogabile per ciascuna Proposta è pari ad euro 1.000.000 (un milione);
  • Il finanziamento è concesso nella forma di contributo a fondo perduto fino al 100% dei costi ammissibili;
  • I Comuni sotto i 60000 abitanti possono presentare un solo progetto;

Considerato che i soggetti destinatari degli interventi sono: – gli EGATO (Enti di Governo d’Ambito Territoriale Ottimale) operativi e dunque in Sicilia le SS.RR.RR. le quali presenteranno la proposta di finanziamento degli interventi previsti; – le Forme Associative tra Comuni ove esistenti. In tal caso è preclusa la possibilità ai singoli Comuni di presentare istanze autonome; – i gestori del servizio di igiene urbana espressamente delegati dai destinatari legittimati a presentare l’istanza. Il Comune di Capo d’Orlando è socio della SRR Messina provincia, Società Consortile per Azioni, e quindi, nel caso che ci riguarda, sarà l’interfaccia di riferimento per il bando in oggetto. Accertato che alla data odierna nessuna interlocuzione, in merito al bando in oggetto, è stata attivata tra il Comune di Capo d’Orlando e la SRR Provincia né tantomeno si è provveduto all’inoltro di progetti e/o soluzioni progettuali e che la data tassativa di scadenza è il 14 febbraio 2022; per quanto sopra premesso, considerato, verificato e accertato, i sottoscritti Consiglieri comunali interrogano il sindaco per conoscere e/o sapere: Se è interesse di questo Comune partecipare al Bando in oggetto che mette a disposizione del singolo progetto e per singolo Comune fino ad un massimo di un milione di euro; A che punto è l’iter progettuale per la realizzazione di un CCR (Centro Comunale di Raccolta) a norma ed in caso di mancata partecipazione a tale bando come e dove pensa di reperire le somme per dotare il nostro Comune di un CCR in regola con le vigenti normative in materia.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com