Sant’Agata Militello – Ieri mattina al Castello Gallego di Sant’Agata Militello si è tenuta l’assemblea pubblica per discutere sulla mancata previsione nel Piano Industriale (20 milioni di euro) di Rfi del doppio binario sulla Patti/Castelbuono. A seguito dell’incontro è stato costituito un comitato “Per la Sicilia” composto da 8 distretti in rappresentanza della provincia di Messina. Ogni distretto ha un referente e due consiglieri per ogni comune del distretto, uno di maggioranza ed uno di minoranza. Presidente del comitato il consigliere comunale di Tusa, Domenico Sammataro, e dai sindaci di Sant’Agata Militello, Naso e Sinagra: Bruno Mancuso, Gaetano Nanì e Nino Musca. Il sindaco Gaetano Nanì intervenendo ha detto tra l’altro: “La politica nazionale ha colpevolmente dimenticato un territorio che possiede un immenso patrimonio artistico culturale, una delle provincie italiane turisticamente più importanti, non può continuare a viaggiare con il freno a mano tirato. Mentre nelle altre parti d’Italia, si parla di potenziare l’alta velocità, la linea ferroviaria nella tratta tra Messina e Palermo, per 80 km è ancora ad un solo binario.” Presenti alla riunione, poco partecipata dai sindaci, i deputati regionali Giuseppe Laccoto, Bernadette Grasso, Pino Galluzzo, la parlamentare Angela Raffa, il presidente del Parco dei Nebrodi Domenico Barbuzza, e il consigliere comunale di Capo d’Orlando Renato Mangano.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com