I rappresentanti delle organizzazioni sindacali Uiltrasporti e Fp Cgil dopo l’incontro del 14 luglio sull’affidamento del servizio di spazzamento del comune di Capo d’Orlando, ribadiscono la necessità di attuare l’art. 6 del corrispondente CCNL, che garantisce i livelli occupazionali ed il transito presso la nuova azienda subentrante, senza pregiudizio e favoritismi. Scrivono nel comunicato inoltrato alla stampa “non abbiamo sottoscritto nessun verbale di accordo sindacale, né con la ditta Bono SLP, né con l’Amministrazione comunale, in quanto tale accordo, sottoscritto dalla sola sigla sindacale FIADEL, è carente di garanzie occupazionale e di imparzialità per tutti i lavoratori con contratti a tempo determinato, oggi utilizzati nel cantiere di Capo d’Orlando. Unica esclusione è la rappresentante sindacale Fiadel. Tale comportamento è pregiudizievole e non condivisibile, in quanto tutti i lavoratori sono uguali di fronte alla legge, a prescindere dal credo politico o dall’appartenenza ad una organizzazioni sindacale. Tutti e 4 i lavoratori a tempo determinato, ricorrendo i presupposti di legge, hanno il sacrosanto diritto alla prosecuzione del rapporto, o alla verifica di esso, rispetto ad un’equa selezione. “La richiesta di dimissioni rivolta a taluni lavoratori, con avvertimento che, in difetto, verrebbero trasferiti presso altra sede, è una istanza illegittima, a modesto parere di chi scrive”

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com