Giornalista uccisa in Irlanda, fermata una donna: Ira ammette responsabilità

Una donna di 57 anni è stata arrestata dalla polizia dell’Irlanda del Nord nell’ambito delle indagini sull’uccisione della giornalista Lyra McKee durate gli scontri di giovedì notte a Derry: lo rende noto la polizia sul suo account Twitter. La donna è sospettata di attività terroristiche. Oggi la Nuova Ira ha ammesso la propria responsabilità e ha offerto le sue “sincere scuse” alla famiglia ed agli amici della vittima. “Durante un attacco del nemico – si legge in un comunicato del gruppo terroristico inviato all”Irish News’ – Lyra McKee è morta tragicamente mentre si trovava a fianco delle forze nemiche”. La giornalista è stata uccisa da un colpo d’arma da fuoco alla testa mentre erano in corso scontri tra agenti di polizia e manifestanti nazionalisti irlandesi nel sobborgo di Creggan.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com