Il traditore

Lo scopo del regista, a mio avviso, non è soltanto raccontare e riportare alla luce una storia dimenticata troppo a lungo, ma è far conoscere un criminale che mettendo a rischio la sua stessa vita e quella della sua famiglia ha deciso di cominciare a smantellare un’organizzazione criminale che da troppo tempo infesta il Paese. Vuole far credere che il Maxi Processo (che ha portato alla condanna di 475 imputati) sia stato soltanto il primo di quei tanti passi fatti e che ancora è necessario fare per guarirci da questo cancro, che gli Uomini come Boris Giuliano, Falcone e Borsellino, Carlo Alberto dalla Chiesa e tutti quelli che hanno combattuto non siano soltanto dei morti ma siano pezzi di un mosaico che si concluderà con lo sradicamento definito del fenomeno mafia.

Leggi il seguito
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: