Messina, ferragosto “al fresco” per incendio, minacce e resistenza a pubblico ufficiale

Due arresti per incendio, minacce e resistenza a pubblico ufficiale. A comunicarlo sulla sua pagina fb il sindaco De Luca sul divieto di accensione dei falò in spiaggia.

“Così si è conclusa la balordaggine di Tremestieri dopo oltre quattro ore di animata discussione – scrive De Luca – i due soggetti che hanno accumulato la legna sui frangiflutti per sfida hanno dato fuoco, anche con l’ausilio di liquido inquinante, nonostante la presenza della polizia di stato, polizia metropolitana e polizia municipale che avevano disposto la rimozione del cumulo di legna. Ho seguito e diretto tutte le operazioni reagendo a questo gesto di sfregio con determinazione. Ringrazio gli agenti della polizia di stato, la polizia municipale diretta dal comandante Giovanni Giardina e la polizia metropolitana diretta dal comandante Nino Triolo”.

E’ uno dei punti del bilancio finale durante i controlli sulla costa ionica. Pochissimi i falò accesi per evitare identificazioni e sanzioni. Momenti di tensione tra ragazzi e polizia municipale si sono verificati a Tremestieri. 

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=485755745334312&id=148435169066373
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com