Catania, uccisi per errore, fermato il guardiano: li credeva ladri di arance|VIDEO

Due morti e un ferito, grave, in un agrumeto. Una sola persona a sparare con un fucile da caccia. Sono le tessere di quello che sembrava un complicato puzzle che in serata la Procura di Siracusa ha ricomposto. A sparare contro le tre persone sarebbe stato il guardiano del fondo, che è stato fermato dalla polizia. La tesi dell’accusa è che abbia imbracciato il fucile contro dei ladri di arance entrati in azione nel fondo che lui “proteggeva”. Il fermo è stato disposto dal procuratore di Siracusa, Sabrina Gambino, e dal sostituto Andrea Palmieri, nei confronti del 42enne Gaetano Sallemi, che è accusato di duplice omicidio e di tentativo di omicidio. Commessi con un fucile da caccia. La magistratura ha delegato l’esecuzione del provvedimento alla squadra mobile della Questura di Catania che ha indagato.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com