Politici, dirigenti e sindacalisti impegnati in soluzioni di sicurezza per il Covid Hospital. Si attende responso del dott. La Ganga.

Capo d’Orlando – Il movimento Orgoglio Orlandino nel monitorare la situzione dell’emergenza sanitaria, e’ in trepidante attesa per l’esito degli accertamenti coordinati dal responsabile provinciale dott. Giuseppe La Ganga sulla idoneita’ dei locali da adibire ad area Covid. Politici, dirigenti sanitari e sindacalisti sono impegnati a trovare le piu’ opportune soluzioni per la riconversio del P.O. di Sant’Agata M.llo in Covid Hospital. Si chiede la netta separazione delle aree per i pazienti contagiati dal resto dei padiglioni. Nota del movimento Orgoglio Orlandino.

I componenti della commissione consiliare permanente “Sanità e Politiche Sociali”, Felice Scafidi e Linda Liotta, anche a nome del movimento politico Orgoglio Orlandino, seguono con attenzione l’evolversi delle vicende legate alla convertibilità in Covid Hospital di reparti, padiglioni o intere strutture sanitarie, pubbiche o private, della Sicilia.
 Manifestano soddisfazione nel prendere atto che le decisioni della politica regionale stanno dimostrando la qualità di una classe governativa matura e determinata quando si tratta di assumere impegni che incidono direttamente sulla comunita’. In prima fila, al fianco del presidente Nello Musumeci, l’azione pronta e lungimirante dell’assessore alla Sanità, Ruggero Razza, che con pragmaticità ha impartito direttive chiare tenendo conto delle richieste dei territori.
 In riferimento al P.O. di Sant’Agata M.llo, aver attribuito l’incarico di verificare l’idoneità dei locali e la conseguente organizzazione di una zona Covid, al direttore generale dell’ A.O.U. Policlinico di Messina, Giuseppe La Ganga, è per noi motivo di sollievo e minor preoccupazione.  Rinnovano il sostegno al sindaco Franco Ingrillì, coerentemente al mandato conferitogli dall’interno consiglio comunale, continuera’ a monitorare tutte le procedure per la riconversione del P.O. di S.Agata M.llo in Covid Hospital. La sua presenza in sede di confronto tra istituzioni rappresenterà  una ulteriore garanzia per il rispetto del diritto alla salute degli orlandini ed alla sicurezza per pazienti e personale medico e paramedico.
 Esprimono altresì, giustifica soddisfazione per le parole rassicuranti dei rappresentanti del governo Musumeci  che hanno accolto le richieste e del territorio rappresentato da sindaci, deputati nazionali e regionali, sindacati e associazioni di categoria, senza alcuna distinzione di appartenenza politica.
 Evidenziano, altresì, anche il proficuo intervento dell’assessore Bernardette Grasso che d’intesa con l’assessore Razza ha sempre ribadito che non ci sara’ nel periodo post-emergenza Coronavirus alcuna penalizzazione per l’ospedale di Sant’Agata M.llo. Inoltre entrambi gli assessri regionali stanno portando avanti la definizione di un protocollo di intesa tra la Regione, i medici del Policlinico di Messina e un’equipe di medici  specializzati Cinesi provenienti dall’ Hubei General Hospital di Wuhan. Conclusivamente, come e’ noto, i tecnici incaricati dall’assessore Razza e coordinati dal direttore generale del Policlinico di Messina, Giuseppe La Ganga, responsabile per la provincia di Messina dell’Emergenza Covid, stanno completando il progetto per la realizzazione dell’area a disposizione dei malati daim contagio Covid19, Blocco “B”, che non solo sara’ separata dal resto della struttura con ingressi autonomi, ma l’isolamento sara’ garantito anche dall’impiego di altro personale medico specializzato e dedicato in maniera esclusiva, mentre nel cosiddetto Blocco “A” continueranno a funzionare regolarmente i reparti di emergenza.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com