Piraino (Me) – firmato con la ditta il verbale di consegna dei lavori

Ha inizio il “Progetto di miglioramento ed espansione di infrastrutture a piccola scala ricadenti nei comuni dell’ATS Sviluppo Nebrodi”

Finalmente sono stati consegnati i lavori alla S.c.ar.l. CONPAT, aggiudicataria dei lavori relativi al “Progetto di miglioramento ed espansione di infrastrutture a piccola scala ricadenti nei comuni dell’ATS Sviluppo Nebrodi”, all’uopo costituita nel 2017, finanziati con decreto  circa un anno fa. 

Lunedì 15 marzo, infatti, presso il Comune di Piraino, nella delegazione di Gliaca, alla presenza del Vice Sindaco Sara Giuffrè e dell’Assessore Francesca Gugliotta, dei rappresentanti dei Comuni di Montalbano Elicona, Piraino e San Piero Patti, nonché della D.L. e del RUP, è stato redatto e firmato con la ditta il verbale di consegna dei lavori.

Il progetto, approvato dalla Giunta Di Blasi con delibera di Giunta Municipale n 176 del 10/10/17, prevede, per il comune di Librizzi, in particolare, lavori di rifacimento dell’impianto idrico a servizio del centro urbano di Colla Maffone nonché interventi per il miglioramento energetico, per un importo di circa € 210.000,00;

“Questo importante finanziamento ottenuto in ATS”, afferma il Vice Sindaco Sara Giuffré, “ci consentirà di intervenire sulle condutture idriche e sui relativi pozzetti di distribuzione e controllo, concludendo una parte importante del percorso di rinnovamento e potenziamento dell’impianto idrico di Colla Maffone. Percorso iniziato da subito, nel 2017, con una programmazione mirata e con piccoli interventi in economia, continuato con i lavori di captazione di nuove fonti di approvvigionamento, in particolare a Vallonevina, e la manutenzione straordinaria dei pozzi esistenti, con la sostituzione di una parte delle condutture con il cantiere di lavoro, realizzato qualche mese addietro e che si concluderà, almeno per quest’anno, con la realizzazione del completamento della sostituzione delle vecchie condutture, appunto, nonché con i programmati lavori di manutenzione straordinaria al Serbatoio Spinello, per i quali è in corso la gara.

Da non sottovalutare, poi, l’ennesimo intervento sull’efficientamento energetico e la tutela dell’ambiente, tema sul quale l’Amministrazione da sempre pone molta attenzione ”. 

Enorme soddisfazione esprime anche il Sindaco Renato Di Blasi che, pur convalescente, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“con questo nuovo finanziamento, concesso grazie alla adesione ad uno tra i primi bandi cui abbiamo partecipato nel 2017, si completa un ciclo importante di interventi sull’acquedotto di Colla Maffone, che da almeno un ventennio accusava diverse problematiche, mai risolte. Sicuramente non riusciremo a risolvere tutti i problemi, ma siamo senz’altro sulla buona strada e sappiamo bene quali altri interventi programmare per provare a risolverli definitivamente. 

Avevamo promesso nella campagna elettorale di tre anni fa che avremmo lavorato soprattutto sui servizi primari e stiamo mantenendo quella promessa, con molti sacrifici ed affrontando ogni giorno tutte le  problematiche relative allo stato in cui abbiamo trovato il nostro Paese.”

I lavori oggetto di progettazione, riguardano il rifacimento di due tratti di rete idrica lungo la via Carlo Alberto Dalla Chiesa della lunghezza complessiva di circa 860 m sulla Strada Provinciale Sp122, prevedendo una serie di interventi di seguito riportati:

∙ Realizzazione di una condotta idrica in polietilene ad alta densità 

∙ Realizzazione dei punti di collegamento e di diramazione con le linee esistenti.

∙ Rifacimento dei gruppi di collegamento per tutte le utenze allacciate lungo la linea da sostituire, mantenendo i pozzetti di alloggio esistenti per questi ultimi;

∙ Realizzazione di punti di regolazione di portata con valvole in Ghisa in appositi pozzetti (esistenti) con chiusino carrabile in ghisa.

  • Realizzazione di Impianti Solari Termici sugli edifici di proprietà del Comune di Librizzi,  con l’obiettivo di conseguire un significativo risparmio in termici economici per il riscaldamento dell’acqua calda ad uso sanitario, mediante il ricorso alla fonte energetica rinnovabile rappresentata dal Sole.

Nello specifico sono stati previsti:

∙ Impianti Solari Termici composti da 12 collettori posti sulla copertura della  Scuola Media di Librizzi, della Scuola Elementare di Colla Maffone, della Scuola Elementare di Nasidi e del Centro Agro-alimentare;

  • L’impianto del centro agro-alimentare, sarà integrato con una caldaia a biomassa creando una mini rete di riscaldamento tra i fabbricati del centro stesso.

Infine si prevede di integrare il parco macchine e attrezzature forestali attraverso l’acquisto delle seguenti attrezzature:

– Biotrituratore a cardano per la produzione di cippato;

– Rimorchio agricolo 4.00 m X 2.20 m, per il trasporto del cippato;

– 2 Motoseghe si media potenza;

– 1 Decespugliatore forestale.

Tale realizzazione ha un importante valore aggiunto dato dalle potenzialità disponibili a livello locale, sia dal risparmio sul trasporto in discarica, sia in termini di riduzione di emissioni da combustibili fossili che in termini di valorizzazione del territorio, raggiungibile anche grazie al recupero di biomassa dalle manutenzioni ordinarie e dai boschi che nel corso degli ultimi decenni hanno invaso progressivamente zone un tempo vocate alle attività agricole (prati e pascoli) impoverendo certamente la zona dal punto di vista ambientale-paesaggistico.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com