Covid Sicilia, dati falsi su contagi a Iss: tre arresti. Indagato assessore Razza

Avrebbero alterato i dati sulla pandemia (modificando il numero dei positivi e dei tamponi) diretto all’Istituto Superiore di Sanità, condizionando i provvedimenti adottati per il contenimento della diffusione del virus. Con questa accusa i carabinieri del Nas di Palermo e del Comando Provinciale di Trapani stanno eseguendo un’ordinanza di misura cautelare emessa dal gip Caterina Brignone agli arresti domiciliari nei confronti di alcuni appartenenti al Dipartimento Regionale per le Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico (Dasoe) dell’Assessorato della Salute della Regione Siciliana. Le accuse sono: falso materiale e ideologico. Nell’inchiesta risulta indagato anche l’assessore regionale alla Sanità della Sicilia, Ruggero Razza. In totale, gli indagati sono sette.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com