Dal 15 dicembre è scattato l’obbligo di vaccinazione per militari, docenti e poliziotti. Chi non si è adeguato è stato sospeso subito dal servizio.

Il decreto legge sul super green pass approvato dal Consiglio dei ministri il 24 novembre è perentorio. Con circolare urgente per gli uffici del dipartimento, il capo della Polizia, Lamberto Giannini informava della sospensione dal servizio in caso di inadempienza e delle pene accessorie con possibilità di essere multati da 600 a mille euro.

Oggi vogliamo proporvi un servizio dove è stato intervistato un poliziotto. Lui si chiama Faranda Santino per 36 anni ha seguito con passione la sua professione e dal mese di dicembre si ritrova sospeso come altri poliziotti che hanno scelto di non aderire al obbligo vaccinale imposto fino al 15 giugno.

Il nostro Adriano lo Presti lo ha intervistato. Ma cerchiamo di capire quali sono le motivazioni che hanno indotto gente come Santino a prendere questa presa di posizione, lui stesso si definisce ai nostri microfoni un no-vax, parla delle umiliazioni subite anche dei giudizi così come parla degli aspetti positivi. Noi abbiamo cercato di capire quali motivazioni hanno indotto queste persone a compiere questa presa di posizione, lo abbiamo fatto in quest’ intervista che vogliamo proporvi :

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com