Annunci

 

    

 

                      


La commissione di gara presieduta dal Dirigente “programmazione strategica”,
Domenico Lombardo e costituita da membri sorteggiati dall’UREGA, dopo aver
definito il 1° grado e selezionato 5 partecipanti, ha concluso anche il 2° grado del
concorso europeo in fase di svolgimento in forma anonima ed esclusivamente in
modalità telematica per la redazione della progettazione esecutiva del ParcoTraiMari
di quasi 4 ettari, che comprende anche l’ex stazione ferroviaria, riservandone il 70% a
“Parco urbano” (aree a verde compreso i percorsi).
Ecco la graduatoria risultante dalle operazioni di gara.
1° classificato con il punteggio 64,17: R.T.P. con mandatario Studio BODAR
Bottega d’Architettura di Barcellona P.G.
2° classificato con il punteggio 63,33: R.T.P. con mandatario Fiamingo Arch.
Giovanni di Milazzo
3° classificato con il punteggio 56,67: R.T.P. con mandatario Studio Urban Future
Organization s.r.l. di Pace del Mela.
Pertanto, così come previsto nel cronoprogramma di questa complessa procedura, per
la prima volta attuata dal Comune di Milazzo, il 21 dicembre alle ore 18.00 a Palazzo
D’Amico verranno presentati gli elaborati progettuali proposti dal raggruppamento
temporaneo di imprese risultato vincitore.
Successivamente si passerà al perfezionamento elaborati in modo che entro il mese di
giugno del 2024 venga prodotta la progettazione esecutiva.
Gli onorari e compensi accessori spettanti al soggetto vincitore per acquisire la
progettualità con livello di approfondimento pari a quello di un progetto di fattibilità
tecnica ed economica e la fase successiva della progettazione esecutiva, graveranno
interamente a carico di due distinti finanziamenti statali reperiti dall’Amministrazione
comunale per l’importo di 770 mila euro messi a disposizione dal Ministero
dell’Interno e della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Le indicazioni progettuali puntavano alla realizzazione di un grande parco che
potesse ospitare strutture culturali e parcheggi per una previsione di spesa
complessiva di circa 15 milioni, somme che si cercherà di ottenere attraverso le varie
misure del Pnrr. 
“Una  opportunità per l’Ente che – sottolinea l’assessore ai Lavori Pubblici, Santi

Romagnolo – non deve  attingere ai fondi del proprio bilancio per varare una
pianificazione che può davvero rappresentare la svolta per Milazzo. Il Parco urbano
che l’Amministrazione ha denominato “TraiMari”, per la posizione equidistante tra la
riviera di ponente e quella di levante infatti punta non solo a riqualificare un’area che
da tempo è in stato di abbandono, ma anche a creare quel polo di servizi, sia per il
porto che per lo stesso centro urbano, che finora è mancato. E al tempo stesso integra
un possibile recupero della vecchia stazione Fs, sulla quale l’Amministrazione ha
scommesso».