Partinico, doveva spacciare e “pagare” il bulletto

Se non spacci la marijuana bruciamo la macchina a tua madre e la porta di casa, erano queste le minacce che uno studente tunisino residente a Partinico avrebbe ricevuto da tre giovani, I carabinieri hanno eseguito un ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari nei confronti di Agostino Arancio, 19 anni, accusato di estorsione e spaccio di stupefacenti. Il giovane insieme a due complici di cui uno minorenne avrebbe ceduto 50 grammi di marijuana allo studente tunisino e gli avrebbe chiesto anche con botte e minacce di spacciare la droga e consegnarli i 400 euro frutto della vendita

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com