Capo d’Orlando, mozione e proposta di regolamento

AL SIG. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE e p.c. AL SINDACO

OGGETTO: MOZIONE – ATTO D’INDIRIZZO, ai sensi dell’articolo 28 del vigente Regolamento Comunale, approvato con delibera del C.C. n. 27 del 07/05/2011, per la regolamentazione della Gestione del Servizio di Vigilanza Ambientale sul Territorio e  l’istituzione della figura dell’ Ispettore Ambientale Comunale.

I sottoscritti Consiglieri Comunali Salvatore Alessio Micale, Angiolella Bottaro, Renato Mangano e Sandro Gazia PREMESSO CHE il legislatore è intervenuto nel riordino delle norme in materia di ambiente, emanando il Testo Unico Ambientale, di cui al D.Lgs n. 152 del 03/04/2006, ed in particolare, con  l’art.198 dello  stesso decreto, attribuisce ai Comuni la gestione dei  rifiuti  urbani  e degli assimilati, con specifico riferimento alle modalità del servizio di raccolta, trasporto e smaltimento;

CHE la L.R. n. 9 dell’08/04/2012 e ss.mm.ii., ha dettato la disciplina di riforma in Sicilia della gestione integrata dei rifiuti,  nonché della messa in sicurezza, della bonifica, del ripristino ambientale dei siti inquinati, nel rispetto della salvaguardia e della tutela della salute pubblica, dei valori naturali, ambientali e paesaggistici, in maniera coordinata con le disposizioni del D.Lgs n. 152/2006 e ss.mm.ii., ed in attuazione delle direttive comunitarie in materia di rifiuti; CHE il Dipartimento Regionale dell’Acqua e dei Rifiuti, ravvisando l’urgenza di individuare modalità contingenti per  consentire il passaggio operativo alla strutturazione delle A.R.O. (Aree di Raccolta Ottimale), con la direttiva del 23/05/2013 n. 2/2013 ha emanato le “Linee di Indirizzo per l’attuazione dell’articolo 5, comma 2 ter della L.R. 9/2010” con la quale ha acconsentito ai Comuni, nelle more dell’adozione dei piani d’ambito e della costituzione delle s.r.l., di procedere alla costituzione di A.R.O., in forma singola e associata in regime di convenzione e conseguentemente alla redazione dei piani di intervento e dei relativi atti finalizzati all’affidamento del Servizio di Gestione dei Rifiuti; CHE le sopracitate leggi regionali hanno offerto la possibilità di costituire, all’interno dell’area di appartenenza, aree di raccolta ottimale (A.R.O.) al fine di consentire una differenziazione di servizi finalizzata all’efficienza gestionale, in regime di Convenzione ai sensi dell’articolo 30 del D.lgs 277/00 tra Comuni appartenenti allo stesso ambito territoriale; CHE è stato costituito l’A.R.O. tra i Comuni di Capri Leone, Ficarra, San Salvatore di Fitalia e Torrenova, giusta delibera del Consiglio Comunale n. 28 del 17/07/2013 e nel contempo è stato approvato lo schema della Convenzione, in cui tra l’altro, viene indicato quale ente capofila il “Comune di Capo d’Orlando”; CHE in data 09/09/2013 rep. n.2055 è stata sottoscritta tra i legali rappresentanti dei Comuni sopracitati, la Convenzione per la “Costituzione dell’A.R.O.” debitamente registrato presso l’Agenzia delle Entrate –Ufficio territoriale di Sant’Agata Militello in data 12/09/2013 al n.100, la cui finalità principale è la gestione associata dei compiti inerenti i servizi di spazzamento raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani dei Comuni associati con l’obiettivo, quindi, di raggiungere la qualità ambientale e la razionalizzazione dei costi complessivi del servizio integrato; CHE con Deliberazione di Giunta Municipale n. 157 del 24/06/2014  il Comune di Capo d’Orlando ha approvato il Piano d’Intervento dell’A.R.O., come richiesto dal Dipartimento Regionale delle Acque e dei Rifiuti, giusta nota prot. n. 24309 del 19/06/2014; CHE l’Assessorato Regionale dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità con D.D.G. n. 1150 del 23/07/2014 approvava il Piano di Raccolta dell’A.R.O.; CHE il Comune di Capo d’Orlando con provvedimento C.C. n. 40 del 13/10/2016 ha approvato il Piano di Intervento, il Capitolato Speciale di Appalto ed il relativo Quadro di Spesa; CHE la Giunta Municipale del Comune di Capo d’Orlando con provvedimento di G.M. n. 1 del 10/01/2017 ha: approvato lo schema del contratto; autorizzato il responsabile dell’Ufficio Comune A.R.O. a sottoscrivere il richiamato contratto; CHE in data 17/03/2017 al n. 350 – serie IT è stato registrato telematicamente all’Agenzia delle Entrate di Sant’Agata Militello il contratto n. 2215 di rep. del 17/03/2017 – “Servizi per la Gestione del Servizio di raccolta e trasporto allo smaltimento dei RR.SS.UU. differenziati ed indifferenziati all’interno dell’A.R.O. costituito tra i Comuni di Capo d’Orlando, Capri Leone, Ficarra, San Salvatore di Fitalia e Torrenova”; CHE con Ordinanza n. 2/Rif del 28 febbraio 2018, il Presidente della Regione Siciliana stabilisce le misure urgenti e straordinarie, al fine di attivare ogni azione utile volta all’incremento delle percentuali di raccolta differenziata ed esercitare le attività di controllo, finalizzate al raggiungimento degli obiettivi quantitativi e qualificativi determinanti nei contratti di affidamento del servizio con il Gestore; CHE con la predetta Ordinanza, il Presidente della Regione Siciliana ha, altresì, posto l’obbligo ai Comuni di “valutare la possibilità di assegnare in via prioritaria il Corpo di Polizia Municipale al controllo del servizio di raccolta differenziata e dei fenomeni di abbandono dei rifiuti, avvalendosi altresì della collaborazione di Ispettori Ambientali Volontari idoneamente formati”; VISTE le successive ordinanze del Presidente della Regione Siciliana nn. 04/Rif del 07/06/2018, 06/Rif del 10/06/2018 e 08/Rif dell’11//12/2018; CONSIDERATO

per quanto sopra, di  voler regolamentare:

  1. la Gestione del Servizio di Vigilanza Ambientale sul Territorio, per rispettare i richiamati impegni contrattuali, riportati tra l’altro  all’articolo 13 del Capitolato Speciale di Appalto;
  2. l’istituzione della figura dell’Ispettore Ambientale Comunale, con le funzioni di supporto e di informazione alla popolazione e di vigilanza, al fine di concorrere alla difesa del suolo, del paesaggio e alla tutela dell’ambiente, nell’ambito del regolamento comunale per la disciplina dei RSU; CHE la figura dell’Ispettore Ambientale Comunale potrebbe recitare un ruolo determinante anche ai fini di  un efficace ed efficiente svolgimento delle attività di prevenzione e repressione dei comportamenti scorretti dei cittadini, dettati anche da indifferenza, incuria e scarso senso civico;

Tutto ciò premesso e considerato IMPEGNANO il Sindaco e la Sua Giunta a porre in essere quanto necessario ed indispensabile per una puntuale e qualificata gestione del “Servizio di Vigilanza Ambientale” sul territorio con  l’istituzione, anche, della figura dell’ “Ispettore Ambientale Comunale”, indispensabile per l’efficientamento del richiamato servizio, rispettoso dell’articolo 13 del Capitolato Speciale di Appalto che, tra l’altro, attribuisce all’Ente appaltante, la competenza sulla verifica della “regolare esecuzione del servizio nel rispetto del contratto, il controllo del territorio e la repressione nei confronti degli utenti inadempienti”. Tutto ciò al fine di promuovere un servizio di qualità e un  risparmio per l’utenza, avvilita per l’insostenibile costo della raccolta dei RR.SS.UU. che è costretta a subire.

Impegnano, altresì, il Sindaco e la  Giunta Municipale a:

  • Adottare  l’allegato “Regolamento Comunale per la Gestione del Servizio di Vigilanza Ambientale sul Territorio” (All. A), composto da n. 16 articoli, che costituisce parte integrante e sostanziale della presente proposta;
  • Dare mandato all’Area Contratti, Appalti e Manutenzione-Servizio I° – Territorio/Ambiente di predisporre la proposta di deliberazione da sottoporre al Consiglio Comunale, previa acquisizione dei pareri necessari.

I Consiglieri comunali

Salvatore Alessio Micale

Angiolella Bottaro

Renato Mangano

Sandro Gazia

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com