Dopo la tripla di Caroti del 71-74, decisiva la sanguinosa palla persa di Giancarlo Galipò in fase d’attacco che condanna i paladini alla sesta sconfitta consecutiva.

Azione cruciale del match: video dalla Tribuna Stampa

Per come è finita la partita c’è il rammarico del risultato: L’Orlandina Basket, gioca una partita di carattere contro Treviglio, ma non basta e, in parte anche le defezioni avvenute durante il match che preoccupano e non poco coach Marco Sodini. Andiamo con ordine: il primi 10 minuti c’è perfetto equilibrio tra le due squadre, però a complicare le cose è la brutta caduta di Lorenzo Querci durante una lotta a rimbalzo, la guardia diciottenne paladina ha preso un colpo alla schiena nel ricadere sul parquet, trasportato all’ospedale per accertamenti. Le defezioni non finiscono perchè la sua alternativa Giancarlo Galipò prende anche lui un colpo alla schiena, così Sodini si affida a Bellan e Kinsey, ma putroppo le difficoltà sono enormi. Capo nel secondo quarto riesce a chiudere avanti nel punteggio con tutti i problemi possibili, soprattutto grazie alle palle perse di Treviglio che fa confusione in fase d’attacco: sono Kinsey e Johnson a trascinare la squadra. al rientro dagli spogliatoi si rivede in panchina Galipò, il quale può proseguire la partita, ma l’Orlandina esaurisce le energie e va sotto di 12 punti ad 1:52 dall’ultimo mini intervallo, ricucito con il mini parziale siglato Galipò (tripla) e Johnson. il finale di partita è thrilling con Simone Bellan protagonista del pareggio sul 71 pari, Caroti mette al tripla del nuovo vantaggio a 35 secondi dal termine, però i giochi finiscono sull’azione successiva (raccontata da sola nel video riprodotto sopra): con il passaggio non riuscito da Mobio per Galipò. i 2 tiri liberi realizzati per raggiungimento del bonus di squadra, regalano a Treviglio i 2 punti in classifica. Per Capo d’Orlando sesta sconfitta consecutiva ed ultima in classifica in compagnia di Bergamo ed Eurobasket Roma con cui ci sarà lo scontro diretto sabato prossimo nell’anticipo a Cisterna di Latina; mentre per Treviglio quarta vittoria in trasferta e nel prossimo turno tornerà al PalaFacchetti (ripristinato dopo i danni del maltempo) per ospitare Tortona.

Cronaca della partita: coach Marco Sodini conferma il quintetto: Querci,Kinsey,Bellan,Mobio,Johnson; coach Adriano Vertemati risponde con: Taddeo,Palumbo,Ivanov,Pacher,Borra. Approccia meglio la Blu Basket al match che nei primi minuti trova il vantaggio con la tripla di A.J. Pacher e la schiacciata di Jacopo Borra intervallata da un appoggio di Brice Johnson, così al 4′ è 5-2 Treviglio. L’Orlandina, però, scalda le mani e solo due minuti più tardi trova il vantaggio e grazie ai giovani di coach Sodini portandosi sul 10-5 costringendo Treviglio al time-out. Borra fa valere i centimetri sotto canestro riportando gli ospiti a contatto, ma Simone Bellan e Tarence Kinsey però continuano a produrre gioco. L’espulsione del DS Sindoni per proteste è una manna dal cielo per Treviglio che dalla lunetta fa 4 su 4 riesce a tornare in vantaggio, ma è il coast-to-coast di Lorenzo Querci a chiudere il primo periodo sul 18-19. Kinsey apre immediatamente il secondo periodo, ma per l’Orlandina piove sul bagnato: Querci e Giancarlo Galipò escono tra le braccia dello staff medico e tornano negli spogliatoi. Treviglio approfitta della situazione per trovare il + 4 (20-24 al 14′), Joseph Mobio in contropiede prova a dare respiro ai suoi, l’Orlandina si esalta nella difficoltà e con un brack di 8-2 trova il vantaggio al 16′ (28-25) costringendo coach Vertemati al time-out. Johnson dalla lunga distanza continua a martellare, Borra per un attimo ferma l’impeto dei padroni di casa ma Kinsey con un 2+1 porta Capo d’Orlando sul 34-27 a due minuti dalla fine del primo tempo. Pacher e Pavlin Ivanov provano a spezzare e interrompono il break dei padroni di casa, Bellan spreca l’ultimo possesso ed Ivanov con una prodezza da 8 metri sulla sirena chiude il secondo quarto sul 36-34. Lorenzo Caroti e Ivanov  ripartono forte per Treviglio, ma Johnson e Galipò tamponano, così al 24′ è 40-44. Borra e il solito Ivanov issano ancora la Blu Basket portandola al +6 (42-48). E’ notte fonda per i siciliani con Johnson che non tiene su Pacher che segna da 3 punti e subisce il fallo dall’americano di Capo d’Orlando. Mattia Palumbo in tap-in trova il +10 ospite al 28′ (44-54). Jonhson con un 2+1 prova a scuotere i suoi, ma la squadra di coach Vertemati viaggia su altri binari e grazie alla tripla di Palumbo e all’appoggio di Borra trova il massimo vantaggio sul 47-59 con un minuto da giocare. Galipò da 3 punti e Johnson con una schiacciata riportano Capo d’Orlando a contatto, così alla fine del terzo periodo è 52-59. Johnson dalla lunetta e Mobio in contropiede aprono l’ultimo periodo riportando Capo d’Orlando sul -3, ma Borra con un piazzato smorza gli entusiasmi dei tifosi siciliani. Johnson è un fattore per l’Orlandina sia in attacco che in difesa, sono suoi i 4 punti consecutivi che portano i padroni di casa al -2 (60-62).  E’ Palumbo ad interrompere il digiuno dei lombardi con una tripla che gli permette di respirare. il solito Johnson tiene a galla la squadra di coach Sodini, ma con un’inchiodata a due mani Ivanov ritrova il +9 ospite (62-69 al 37′). Johnson continua ad essere una spina nel fianco per la difesa lombarda, Bellan prova a dare manforte al compagno americano ed insieme ritrovano il -3 (68-71) ad un minuto dalla fine. Treviglio perde una palla sanguinosa, regalando il possesso a Capo d’Orlando che con il 2+1 di Bellan ritrova l’esatta parità a quota 71. Caroti con la tripla spegne il Palafantozzi e l’azione successiva è fatale al giovane Galipò che con capisce le intenzioni del compagno facendosi scivolare il pallone dalle mani. i liberi successivi danno il punteggio finale sul 71-76.

Dichiarazioni coach Adriano Vertemati: Siamo molto contenti di aver fatto la quarta vittoria esterna in 9 partite. Riconosciamo le assenze di Capo d’Orlando che oltre a Lucarelli abbia perso durante questa partita Querci, e quindi dal punto di vista dell’energia è costata più di qualcosa. Hanno cambiato strategia rispetto alle ultime uscite togliendo la difesa a zona per giocare contro i nostri tiratori. A parer mio, c’è la soddisfazione dei 2 punti presi, ma il rammarico delle 23 palle perse, e quindi potevamo gestire meglio la partita in alcune situazioni cosa che non abbiamo fatto.Infatti alla fine ci hanno ripreso con il fattore Brice Johnson che è un grandissimo campione, a questo non devo rimproverare i miei giocatori. Poi siamo stati bravi con Caroti a trovare la bomba che poi di fatto ha chiuso la partita. Riconosciamo comunque il merito all’Orlandina averci provato.”

Dichiarazioni coach Marco Sodini: Tra un pò mi devo levare la maglietta io. Non possiamo far finta di essere condizionati dallo stato delle cose: che Querci e Galipò si siano fatti male e sono gli unici che potevano portare la palla in avanti, Giancarlo è il suo ruolo, ma non gli spetta per la giovane età in una partita come questa. Con la mancanza di Lorenzo abbiamo dovuto arrangiarci. E dico una cosa: sono stati bravi i ragazzi ed orgoglioso di allenare dei bimbi che non mollano mai, che cercano di buttarsi su ogni pallone, che hanno avuto la capacità di non morire sotto di 12 punti, di rientrare in partita e riuscire ad andare sul punteggio pari. Le condizioni ad oggi non ci permettono: 1) Di accettare tecnicamente, un cambio aggressivo che permette a Caroti di tirare da tre punti che è l’esempio emblematico perchè è uscito nel finale di partita; 2) é che siamo consapevoli di non avere dei trattatori che portano la palla in là ed è anche difficile avviare e sviluppare delle moli di gioco che possano essere efficaci su lunghi periodi. Noi facciamo buone cose, ma non le riusciamo a fare con continuità. Oggi Kinsey è migliorato ha giocato bene per 20 minuti, nel secondo tempo non riusciva a stare in piedi. In conseguenza di questo dobbiamo rimboccarci le maniche, noi e il nostro staff medico che fa di tutto per recuperare i giocatori. Io oggi non mi sento di dire qualcosa di diverso, se mi soffermo sull’analisi tecnica, che dire, Bellan era sfinito! cosa potevo chiedere di più a lui? Non solo dal punto di vista dell’efficacia che la vedere voi come spettatori, ma dal punto di vista di dimostrare alla gente quanto ci tiene, come Mobio, Donda, chi ha giocato meglio e chi peggio e compresi i 2 ragazzi americani. Siamo consapevoli di avere una coperta corta, dal punto di vista dell’impegno c’è da parte di tutti se no io non sarei qua per cercare di dare responsabilità a dei ragazzi che in questi 2 giorni e mezzo abbiamo cercato di recuperare le energie fisiche e stare attenti con la testimonianza delle cose che hanno fatto in questa partita con ad esempio una maggiore pressione sul portatore di palla che non abbiamo avuto in match passati. Appena si tocca il fondo si può sempre risalire visto che siamo a pari merito con altre 2 squadre. Sono rammaricato per il risultato, no per la prestazione”. domanda al coach: I miglioramenti ci sono la lotta fino alla fine della partita c’è anche, cosa manca a questa squadra per togliersi la così detta: “scimmia sulla spalla”? Dico francamente: io sono uno che crede nelle scelte no nel destino. Oggi si è rifatto male Querci alla fine del primo quarto, si era fatto male Galipò che è l’alternativa. Diciamo che dovrebbe girare il vento ed arrivare Mary Poppins ad aiutarci da questo punto di vista, perchè ci siamo rotti un pò le scatole, e sono simpatico nel dire scatole per non dire qualcos’altro nell’avere ogni settimana delle novità di questo tipo“.

  • (PalaFantozzi):
  • ORLANDINA BASKET – BLU TREVIGLIO [71-76]
  • Brice Johnson [ORL]: 24 punti, 11 rimbalzi, 3 assist [33 valutazione];
  • Joseph Mobio [ORL]: 8 punti, 4 rimbalzi, 2 palle recuperate, 2 assist;
  • Simone Bellan [ORL]: 13 punti, 2 rimbalzi, 2 palle recuperate, 3 assist [14 valutazione];
  • Tarence Kinsey [ORL]: 13 punti, 5 rimbalzi, 4 palle recuperate, 3 assist [15 valutazione];
  • Giancarlo Galipò [ORL]: 7 punti, 2 assist;
  • Lorenzo Querci [ORL]: 2 punti;
  • Lorenzo Neri [ORL]: 4 punti, 2 rimbalzi.
  • A.J. Pacher [TRG]: 14 punti, 8 rimbalzi, 3 assist, 3 palle recuperate [17 valutazione];
  • Jacopo Borra [TRG]: 16 punti, 11 rimbalzi [17 valutazione];
  • Pavlin Ivanov [TRG]: 17 punti, 2 rimbalzi, 4 assist [17 valutazione];
  • Lorenzo Caroti [TRG]: 14 punti, 2 rimbalzi, 2 assist [14 valutazione];
  • Ursulo D’Almeida [TRG]: 4 punti, 2 rimbalzi;
  • Davide Reati [TRG]: 3 punti, 2 rimbalzi, 3 palle recuperate;
  • Mattia Palumbo [TRG]: 8 punti, 7 rimbalzi, 2 assist [11 valutazione].
  • le altre partite:
  • Treviglio – Biella [53-60] (giovedì 21 novembre)
  • Sabato 23 novembre:
  • Eurobasket Roma – Fortitudo Agrigento [81-77]
  • Domenica 24 novembre:
  • Napoli Basket – Tortona [69-64]
  • Casale Monferrato – Scafati [64-72]
  • Pallacanestro Trapani – Latina Basket [67-74]
  • Biella – Bergamo [75-58]
  • NPC Rieti – Basket Torino [82-75]
CLASSIFICA SERIE A2 GIRONE OVESTPunteggi
Pallacanestro Biella 16 punti
Casale Monferrato 14 punti
Latina Basket 14 punti
Fortitudo Agrigento [una partita in meno]12 punti
Rieti 12 punti
Tortona 10 punti
Basket Torino [una partita in meno]10 punti
Blu Treviglio [una partita in meno]10 punti
Napoli Basket [una partita in meno]10 punti
Pallacanestro Trapani 8 punti
Scafati 8 punti
Basket Bergamo4 punti
Orlandina Basket4 punti
Eurobasket Roma 4 punti
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com