Nella giornata numero diciassette del campionato di Serie A2 girone Ovest, l’Orlandina Basket esce sconfitta dal PalaSojourner di Rieti per 56-71. Approccio timido da parte delle due squadre, con difese aggressive che mettono in difficoltà entrambi gli attacchi. Capo d’Orlando si fa trascinare dall’ultima partita con la canotta paladina di Brice Johnson, assistito dal suo compagno a stelle e strisce Tarence Kinsey; mentre Rieti risponde con il talento di Stefanelli e la qualità di Cannon. Per 20 minuti tanti errori, tanta lotta e match piacevole. Al ritorno sul parquet nel terzo periodo, i paladini crollano sotto i colpi del nuovo acquisto reatino Antony Raffa, che spacca la partita mettendo a segno un paio di triple sfruttando la difesa a zona degli ospiti: la forbice si allarga e all’ultimo mini intervallo, i padroni di casa sono avanti di 12 lunghezze (20-10 di parziale). Ultimo quarto di controllo per i locali, che vedono gli ospiti sparare a salve dalla lunga distanza (2/12) e percentuali che si abbassano sia da dentro l’area che al viaggio in lunetta. Vittoria di Rieti che resta attaccata alle zone play-off ; per Capo d’Orlando la situazione si complica ancora di più: il distacco dalla quart’ultima in classifica è di 6 punti e per uscire dalla zona play-out serve più di un miracolo. Il prossimo turno sarà infrasettimanale con Rieti impegnata sul parquet di Latina per lo scontro diretto; mentre l’Orlandina tornerà al PalaFantozzi ospitando il Basket Napoli.

Cronaca partita: Coach Rossi parte con il seguente quintetto: Passera,Filoni, Stefanelli, Cannon, Vildera; coach Sodini risponde con: Marco Laganà, Kinsey, Bellan, Mobio, Johnson. Inizio pessimo per entrambe le squadre che non trovano il canestro nei primi 2 minuti di gioco. Ci pensano Brice Johnson e Marco Laganà a sbloccare la gara. Rieti fatica enormemente a trovare il canestro, ma gli ospiti non ne approfittano. Francesco Stefanelli dalla lunga e Niccolo Filoni con un 2+1 impattano a quota 6 quando è trascorsa metà della prima frazione. Nonostante la grande intensità difensiva di Joseph Mobio e soci , la NPC guidata da Stefanelli e Marco Passera va sul +5(13-8). Nei restanti tre minuti di quarto Capo D’Orlando segna solo dalla lunetta, mentre per Rieti fa il suo ingresso sul parquet il nuovo acquisto Antony Raffa. Le due squadre vanno al primo mini riposo sul 13-11. Per gli ospiti Tarence Kinsey si mette in partita con 4 punti in fila mentre gli amarantocelesti continuano a realizzare solo dalla lunetta. Jallen Cannon rompe il digiuno dei padroni di casa realizzando un canestro dalla lunga a cui risponde il solito Kinsey.  Il 3° fallo di Filoni a 7’ dall’intervallo è una brutta tegola per coach Rossi che è costretto a rinunciare al proprio numero 75. La NPC continua a segnare soltanto dalla lunetta mentre Capo D’Orlando non riesce a trovare mai il canestro tanto che Sodini è costretto a chiamare il time out a 4:45 dal riposo.
Sodini rimette dentro Kinsey realizza 4 punti e l’Orlandina torna sotto di 1(25-24). Nella restante metà del quarto si continua a segnare poco e soprattutto dalla linea della carità ad eccezione di un ispiratissimo Stefanelli. Le due squadre chiudono il quarto sul 31-29. Johnson realizza 4 punti, Raffa ispira prima Giovaani Vildera e poi Cannon al rientro dagli spogliatoi. Il nuovo acquisto reatino prima scappa in contropiede, poi con una recuperata genera il contropiede che porta ai 2 punti di Cannon(39-33) che costringe Sodini a spendere il minuto di sospensione del terzo tempo. Sicuramente nelle prime battute di terza frazione un match molto più piacevole rispetto ai primi 20 minuti di gioco. Raffa realizza la prima bomba in maglia NPC e porta i suoi sul +7(42-35). Gli ospiti continuano a incassare come un pugile alle corde non riuscendo a trovare le energie necessarie per ricucire il vantaggio. Raffa dalla lunga continua a scavare il solco(47-36) quando mancano poco più di 120 secondi all’ultimo mini riposo. Rieti conserva il vantaggio, e chiude la frazione avanti sempre di 12 lunghezze(51-39). L’Orlandina non da mai l’impressione di poter tornare sotto nel punteggio vista la sterilità del proprio attacco. La NPC trascinata dalla coppia Cannon-Stefanelli continua ad incrementare il proprio vantaggio: 56-39. Quando mancano 5 minuti dalla fine del match Rieti conduce 61-46 e sembra avere in mano le redini della partita dato che nei 5’ precedenti i 7 punti dei siciliani sono arrivati soltanto con dei tiri liberi.
Intanto Filoni cancella il tiro di Laganà che demoralizza definitivamente i paladini. Il match è ampiamente chiuso, e gli ultimi minuti servono solo alle statistiche. Finisce 71-56.

dichiarazioni coach

  • (PalaSoujourner):
  • NPC RIETI – ORLANDINA BASKET [71-56]
  • Giovanni Vildera [RIE]: 6 punti, 6 rimbalzi, 2 assist;
  • Marco Passera [RIE]: 6 punti, 3 rimbalzi, 2 palle recuperate, 4 assist [12 valutazione];
  • Francesco Stefanelli [RIE]: 13 punti, 8 rimbalzi, 2 assist [11 valutazione];
  • Niccolo Filoni [RIE]: 5 punti, 3 rimbalzi;
  • Jallen Cannon [RIE]: 18 punti, 8 rimbalzi, 3 palle recuperate, 2 assist [28 valutazione];
  • Aleksa Nikolic [RIE]: 2 punti;
  • Carlo Fumagalli [RIE]: 4 punti, 2 rimbalzi;
  • Antony Raffa [RIE]: 17 punti, 4 rimbalzi, 4 assist [12 valutazione];
  • Tarence Kinsey [ORL]: 15 punti, 2 rimbalzi, 3 palle recuperate, 2 assist [10 valutazione];
  • Brice Johnson [ORL]: 12 punti, 10 rimbalzi, 4 palle recuperate, 4 stoppate [17 valutazione];
  • Joseph Mobio [ORL]: 5 punti, 4 rimbalzi;
  • Simone Bellan [ORL]: 8 punti, 9 rimbalzi;
  • Marco Laganà [ORL]: 15 punti, 7 rimbalzi, 2 assist [13 valutazione];
  • Jacopo Lucarelli [ORL]: 1 punto.
  • le altre partite:
  • Venerdì 10 gennaio:
  • Basket Napoli – Scafati [75-68 dOT] (12-8)
  • Sabato 11 gennaio:
  • Bergamo – Latina Basket [75-79]
  • Domenica 12 gennaio:
  • Pallacanestro Biella – Casale Monferrato [69-84]
  • Pallacanestro Trapani – Eurobasket Roma [72-61]
  • Basket Torino – Tortona [76-70]
  • Fortitudo Agrigento – Blu Treviglio [78-75]

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com