La Costa cade malamente a Cecina, dopo una gara decisa principalmente nel primo quarto subendo un parziale di 35-6, e dai 33 punti con 7/11 dall’arco di uno strepitoso Flavio Gay.

Di seguito il comunicato della squadra:

Brutta sconfitta per la Irritec Capo d’Orlando a Cecina. I padroni di casa si impongono 107 a 59.

Dura soltanto qualche minuto la prima giornata del girone di ritorno per la Costa d’Orlando che nel primo parziale subisce ben 35 punti segnandone soltanto 6. Si decide così nei primi dieci minuti una gara partita male per i paladini e finita anche peggio. Cecina ha dominato sotto tutti i punti di vista con percentuali al tiro impressionanti soprattutto nel primo tempo. Sono 33 alla fine i punti per Flavio Gay, con un impressionante 7 su 11 da tre punti. Sopra quota venti anche Guaiana e Turini.

Per la Costa d’Orlando una brutta prestazione e quinta sconfitta consecutiva. Grazie alla classifica avulsa la formazione allenata da Condello occupa comunque ancora l’ottava posizione ma è attesa dal difficile impegno casalingo contro Piombino di sabato.

Basket Cecina – Irritec Capo d’Orlando 107-59 (35-6, 24-20, 23-17, 25-16)

Basket Cecina: Gay 33 (3/5, 7/11), Guaiana 22 (7/13, 1/2), Turini 20 (4/4, 2/5), Tomcic 14 (7/8), Salvadori 11 (2/4, 1/1), Conti 3 (0/0, 1/2), Banti 2 (1/4, 0/1), Barontini 2 (0/0, 0/2), Trassinelli 0 (0/1), Anoir Filahi, Lorenzo Pistillo.

Tiri liberi: 23 / 29 – Rimbalzi: 30 7 + 23 (Flavio Gay 8) – Assist: 16 (Flavio Gay 5)

Irritec Capo d’Orlando: Bolletta 12 (2/6, 1/3), Riccio 11 (2/5, 2/5), Crusca 8 (1/2, 1/6), Teghini 7 (3/6, 0/1), Spasojevic 7 (2/3, 1/2), Ciccarello 6 (1/1, 1/1), Perez 4 (2/5, 0/1), Avanzini 4 (2/3, 0/0), Di Coste 0 (0/2), Ferrarotto 0 (0/1, 0/3)

Tiri liberi: 11 / 15 – Rimbalzi: 25 6 + 19 (Luca Bolletta 6) – Assist: 9 (Michael Teghini 3)

Ufficio Stampa Costa d’Orlando

La Costa, rimane in zona playoff, ma alla quinta sconfitta di fila, si rinforza ingaggiando il Play-Guardia Gennaro Tessitore, proveniente da Ostuni.

Stesso destino per la Levante Torrenova, che non riesce a tener testa alla All Food Enic Firenze, che si dimostra, ancora una volta, una squadra molto difficile da affrontare, specialmente nelle mura amiche.

Di seguito il comunicato della squadra:

Troppa Pino Dragons Firenze per la Levante Torrenova, che al PalaEnic viene battuta nella prima giornata del girone di ritorno per 77-53. Priva di capitan Gullo per un problema alla pianta di un piede, la squadra di coach Trullo lotta alla pari per tutto il primo tempo per poi subire l’intensità di Firenze al rientro dalla pausa lunga. Gli ospiti, reduci dal derby di mercoledì, subiscono un break dopo l’intervallo e nonostante provino a rientrare sul finire di terzo parziale, non sono riusciti ad impensierire una squadra con tanta esperienza e tante armi a disposizione. Buono l’esordio di Cucco, protagonista di 12 punti e secondo miglior marcatore della squadra dopo Boffelli (14 punti alla sirena finale). Chiude in doppia cifra anche Santucci, autore di 10 punti.

All Food Enic Firenze – Levante Torrenova 77-53 (17-12, 36-27, 61-44)

All Food Enic Firenze: Cuccarolo 20 (9/13), Filippi 14 (5/9, 1/1), Berti 12 (2/2, 2/4), Poltroneri 8 (1/5, 2/5), Tintori 7 (2/4, 0/1), Bargnesi 6 (2/4 da 3), Milojevic 5 (2/5), Passoni 3 (1/4, 0/6), Mancini 2 (1/3), Marotta (0/1 da 3), Forzieri (0/1), Merlo ne. Coach: Niccolai.

Levante Torrenova: Boffelli 14 (4/7, 2/5), Cucco 12 (1/3, 2/7), Santucci 10 (0/3, 3/7), D’Andrea 7 (3/4), Drigo 6 (3/4, 0/1), Nwokoye 4 (0/4), Murabito (0/3, 0/3), Sgrò (0/1), Gullo ne, Munastra ne. Coach: Trullo.

Buona partenza della Levante Torrenova che prova ad imprimere il proprio ritmo grazie alle bombe di Boffelli e Santucci trovando il 6-8 al 4’. I padroni di casa però riescono a giocare in transizione e sfruttano i centimetri di Cuccarolo chiudendo il primo periodo 17-12. Riparte molto aggressiva la All Food Enic con Poltroneri, Berti ed un super Bargnesi che sono precisissimi dalla lunga distanza, mentre la Levante prova a rispondere al fuoco avversario grazie ad un super Cucco che permette ai suoi di rimanere in scia trovando il -9 (36-27) alla fine del primo tempo. Al rientro sul parquet i padroni di casa scappano sfruttando un Cuccarolo giganteggiante in mezzo all’area della Levante. Coach Trullo, dopo aver subito un parziale di 16-0, suona la carica ai suoi ragazzi e così la Cestistica, con D’Andrea, Drigo e Boffelli, prova ad accorciare le distanze ma al 30’ il tabellone luminoso del PalaEnic recita 61-44. La Levante prova a ridurre il gap nell’ultimo periodo, ma Firenze controlla portando a casa la vittoria.

Di

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com