Presente in Tribuna Stampa il nuovo acquisto: il Play/Guardia americano Jon Elmore

Ultimi secondi di match Orlandina – Napoli

Nel turno infrasettimanale valevole per la diciottesima giornata della Serie A2 girone Ovest, l’Orlandina Basket porta una vittoria importante superando il Napoli Basket. I paladini partono bene nel primo quarto facendo capire ai partenopei che la gara dell’andata è un lontano ricordo, mettendo molta intensità difensiva bloccando tiri dalla lunga distanza di Terrence Roderick, ma concedendo troppa libertà a Brandon Sherrod: Capo d’Orlando avanti di 2 lunghezze nei primi 10′. Nel secondo periodo sale in cattedra Joseph Mobio, trascinando i locali, ma la risposta napoletana è sempre affidata a Sherrod che sembra inarrestabile: all’intervallo lungo Orlandina regge i 2 punti di margine. Terzo quarto con l’entrata in partita di Marco Laganà sfornando assist per i compagni e punti personali attaccando l’area pitturata più volte, ma anche Roderick, nonostante i problemi fisici, fa il suo; mentre Sherrod viene contrattasto dai raddoppi chiesti da coach Sodini prima del rientro sul parquet, la strategia funziona e all’ultimo mini riposo Capo d’Orlando è + 10 con parziale di 17-9. Finale di partita con preoccupazione, paladini stanchi fisicamente, Napoli ne approffitta ed accorcia il gap con Daniele Sandri, Andrea Donda esce per 5 falli e Orladina senza pivot di ruolo per 2:50. Si adatta Mobio che marca Sherrod e nonostante l’aumento di intensità di gioco da parte degli ospiti, la frustrazione di Roderick costringono gli arbitri a chiamare fallo tecnico al giocatore a 30 secondi dalla fine. Finisce 72-63 con L’Orlandina che torna terz’ultima complice la sconfitta interna dell’Eurobasket Roma; per Napoli Basket uno stop che non comporta problemi di classifica. Prossimo turno Orlandina in trasferta al PalaMoncada nel derby contro Agrigento; mentre Napoli ospiterà al PalaBarbuto la Pallacanestro Trapani.

Cronaca partita: coach Sodini manda il quintetto: Marco Laganà,Kinsey,Bellan,Mobio,Donda ; mentre coach Sacripanti risponde con: Chessa,Monaldi,Roderick,Sandri,Sherrod. Parte bene Capo d’Orlando con Joseph Mobio ed Andrea Donda si porta subito in vantaggio sul 6-4 al 3′, Brandon Sherrod e compagni però rispondono a tono ai padroni di casa riportando di fatto il match all’esatta parità. E’ ancora una volta l’ala classe 1998 dell’Orlandina a provare il mini-allungo finale con una schiacciata e un tiro da 3 punti, ma Diego Monaldi riduce in extremis lo svantaggio chiudendo il primo periodo sul 15-13. Mobio ricomincia esattamente come aveva finito, Napoli però non ci stà e con un super Sherrod riesce a impattare e sorpassare la squadra di coach Sodini (23-24 al 15′).  Nella seconda metà del quarto il testimone passa a Marco Laganà, infatti è lui a trascinare i siciliani rispondendo tono su tono a tutti gli acuti del solito Sherrod e permettendo a Capo d’Orlando di andare al riposo lungo ancora una volta in avanti (36-34 al 20′). Alla ripresa del gioco la musica non cambia: Capo d’Orlando vuole fare la partita e i partenopei inseguono guidati da uno straordinario Sherrod. Donda e Simone Bellan infatti, in avvio di quarto trovano subito il + 5 (43-38) . Il gioco offensivo dell’Orlandina ricomincia ad essere molto efficacie con gli ospiti che non riescono a reagire così i siciliani chiudono il quarto sul +10(53-43) Nell’ultimo periodo i padroni di casa devono subire il ritorno della squadra di coach Sacripanti che non ha alcuna intenzione di uscirne sconfitta, ma Capo d’Orlando riesce a rimanere lucida nei minuto finali e a portarsi a casa la vittoria.

Domanda a coach Pino Sacripanti: “Ho notato durante la partita, che appena è stato raddoppiato Brandon Sherrod, non ho visto altre alternative offensive, le chiedo se è d’accordo su questa analisi e se Terrence Roderick era fuori forma perchè l’ ho visto in difficoltà questa sera. “Sherrod ha giocato 35 minuti per 5 minuti fisiologici è andato in panchina, anzi penso che dovevamo insistere di più nel darli la palla. In certi momenti siamo riusciti a muoverla lo stesso ed a trovare delle soluzioni, ma non siamo stati minimamente pericolosi dall’arco del tiro da 3 punti. Roderick è fermo dalla partita contro Casale Monferrato, si è mosso un pò ieri e l’altro ieri, un pò di fatica l’ha fatta, però abbiamo l’obbligo e il dovere di inserirlo passo dopo passo”

Domanda a coach Marco Sodini: bisogna cercare continuità di risultati altrimenti viene difficile scalare la classifica proprio perchè siamo distanti dalle altre che ci precedono. “Allora io non credo che non ci fosse la volontà anche prima, noi abbiamo avuto una stagione particolarmente vessata dalla situazione clinica della squadra, prime 7 partite senza l’americano (Kinsey), poi si è rotto Matteo Laganà, poi Simone Bellan che sta giocando con un polso fasciato e lo devo ringraziare perchè non sono sicuro che possa giocare ogni volta e nella diciottesima partita che abbiamo giocato non è mai stato bene fisicamente. Non possiamo far finta che non siano successe, adesso abbiamo la crescita dei ragazzi più giovani, lo spirito di sacrificio di giocare anche sul dolore, speriamo di poter dare continuità al lavoro, che vuol dire continuità di gioco che a sua volta produce continuità di risultati. La tua analisi come sempre è ineccepibile perchè se non l’abbiamo è difficile arrivare in una posizione diversa da quella che abbiamoE poi penso più si gira la palla più si riesce ad attaccare meglio, per esempio a Rieti ho visto troppa individualità “Ecco non è che lo si fa apposta a giocare da solo, c’è da dire una cosa: Sei un buon tiratore? Si da ragazzo lo ero quando giocavo a pallacanestro Bene allora bisogna cercare di passare la palla a te per tirare perchè se la si passa ad un tuo compagno che non è tiratore anche se gioca bene, probabilmente si fanno pochi canestri

  • (PalaFantozzi):
  • ORLANDINA BASKET – BASKET NAPOLI [72-63]
  • Tarence Kinsey [ORL]: 12 punti, 3 rimbalzi, 4 palle recuperate, 4 assist [16 valutazione];
  • Marco Laganà [ORL]: 22 punti, 8 rimbalzi, 8 assist [34 valutazione];
  • Simone Bellan [ORL]: 8 punti, 4 rimbalzi, 3 palle recuperate;
  • Andrea Donda [ORL]: 7 punti, 3 rimbalzi;
  • Jacopo Lucarelli [ORL]: 3 punti;
  • Joseph Mobio [ORL]: 20 punti, 6 rimbalzi, 2 palle recuperate [22 valutazione];
  • Massimo Chessa [NAP]: 5 punti;
  • Daniele Sandri [NAP]: 9 punti;
  • Terrence Roderick [NAP]: 13 punti, 10 rimbalzi, 2 stoppate, 4 assist [16 valutazione];
  • Hugo Erkmaa [NAP]: 7 punti;
  • Brandon Sherrod [NAP]: 24 punti, 12 rimbalzi, 2 palle recuperate, 2 assist [30 valutazione];
  • Diego Monaldi [NAP]: 5 punti, 5 rimbalzi, 5 assist.
  • le altre partite:
  • Eurobasket Roma – Basket Torino [87-92]
  • Latina Basket – NPC Rieti [72-74]
  • Bergamo – Casale Monferrato [70-68]
  • Tortona – Pallacanestro Biella [93-91 dOT] (14-12)
  • Pallacanestro Trapani – Fortitudo Agrigento [63-56]
  • Giovedì 16 gennaio:
  • Blu Treviglio – Scafati
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com