All’Orlandina non basta l’orgoglio! Udine vince 86-80

Nell’anticipo domenicale della 19a giornata di Serie A2 girone verde, Udine ritrova la vittoria casalinga al termine di una sfida con l’Orlandina che, al termine del terzo quarto, sembrava chiusa e in gestione sulle 17 lunghezze di margine, ma l’orgoglio paladino si fa sentire fino al minimo svantaggio di 5 punti. I contro-break successivi hanno permesso a coach Boniciolli e ai suoi ragazzi di mettere in bacheca un nuovo successo stagionale.

Il primo periodo si gioca sull’equilibrio e sullo studio dell’avversario: per Capo d’Orlando, il guaio arriva dai 3 falli personali commessi da Simone Bellan (non ancora nella condizione fisica giusta per poter effettuare un buon minutaggio sul campo), paladini che comunque nella prima parte si trovano avanti 11-13 grazie ai canestri di Xavier Johnson e il tiro da 3 punti di Gay, a seguire la parità firmata dall’ex biancoazzurro Francesco Pellegrino. A metà periodo, l’altro ex Joseph Mobio, segna 2 punti facili servito da una giocata di Dominique Johnson, Negli ultimi 30 secondi il giovane Matteo Schina, classe 2001 proveniente dalla Serie B dove militava a Monfalcone, riporta avanti i bianconeri siglando una tripla dall’angolo e poi trasformando i due liberi concessi per fallo di Andrea Del Debbio, che chiudono il primo parziale sul 20-16.

In avvio di secondo quarto, sembra persistere la stabilità senza un vero affondo, fino al mini allungo sul +6 (31-25) grazie ai 4 punti consecutivi di Lodovico DeAngeli. Nella seconda metà Dominique Johnson sale di livello: gioco da 5 punti con bomba dall’arco e tap -in su contropiede per il +9 (41-32). Schina sigla il 43-34 mandando tutti negli spogliatoi per l’intervallo lungo.

Il terzo periodo è la rottura degli indugi: Udine capisce che può dare la sterzata giusta per vincere, Orlandina alle corde sotto i canestri di Nana Foulland, Michele Antonutti e l’ultimo acquisto in casa friulana Federico Mussini +20 sul 59-39. Paladini ritrovano punti per accorciare con Abdel Fall e Celis Taflaj, ma qualche azione dopo, i neroarancio di casa ribadiscono le distanze allungando anche a +21 con l’ex Pellegrino e il solito Mussini (65-44). parziale del quarto chiuso sul 24-16 e -17 per Capo d’Orlando con i canestri di Xavier Johnson, si va all’ultimo riposo sul 67-50.

Ultimo periodo che non ti aspetti: quando la partita sembra nelle mani dei friulani, i paladini hanno un sussulto: Laganà si sveglia dal torpore, Gay mette un’altra bomba da 3 punti e Fall appoggia facile al vetro, 10-0 di parziale sul 69-60 time out di Boniciolli. Il minuto di sospensione fa bene e Udine ritrova margine con un contro-break di 8-0, contro timeout di Sodini per Capo d’Orlando, il quale si infuria nel suo angolo per concesso spazi aperti in fase difensiva. I biancoazzurri non mollano ed arriva un altro 10-0 di parziale 77-70 con 4 minuti ancora sul cronometro: sentenziano Fall, Floyd, Johnson Xavier e il capitano Laganà con un altro canestro dall’arco. Le speranze se ne vanno con un Floyd che gestisce un possesso d’attacco mal organizzato che avrebbe riportato i suoi ad un solo possesso mentre c’era un divario di sole 6 lunghezze (79-73). ultimo minuto e mezzo con 5 punti consecutivi dei padroni di casa: Foulland fa 2 su 2 in lunetta e poi pallone recuperato e tripla aperta di Mussini mettono margine sufficiente (84-73). Xavier Johnson e Taflaj correggono il punteggio finale 86-80.

Per Udine si tratta della nona vittoria in campionato su 16 partite giocate la seconda consecutiva dopo il successo di misura su Treviglio; Orlandina invece alla quarta sconfitta consecutiva, l’ottava in A2 dopo 14 partite disputate (non vince dal 24 gennaio in casa contro Mantova). Prossimo turno gli arancioneri ospiteranno, ancora al PalaCarnera, Piacenza nel recupero della 2a giornata; mentre i paladini, per tornare alla vittoria, dovrebbero giocare al PalaFantozzi contro Bergamo, ma le ultime indiscrezioni porterebbero al rinvio per problemi logistici, qualora verrebbe confermata la non disputa del match, Capo d’Orlando giocherà sempre al PalaFantozzi per recuperare il match contro Biella (rinviato lo scorso 10 febbraio).

Dichiarazioni Coach

  • 14 febbraio ore 16:00 (PalaCarnera) “porte chiuse”
  • UDINE – ORLANDINA [86-80]
  • Udine:
  • Dominique Johnson: 20p, 3recup, 4ass (21val);
  • Federico Mussini: 13p, 5rimb, 2ass (10val);
  • Michele Antonutti: 11p, 2rimb, 3ass;
  • Nana Foulland: 10p, 12rimb (18val);
  • Marco Giuri: 9p, 3rimb, 2recup, 7ass (19val);
  • Francesco Pellegrino: 6p, 6rimb, 2ass (11val);
  • Nazzareno Italiano: 1p;
  • Matteo Schina: 7p, 2rimb;
  • Lodovico Deangeli: 5p, 2rimb;
  • Joseph Mobio: 4p, 2ass;
  • Orlandina:
  • Xavier Johnson: 23p, 8rimb (31val);
  • Jordan Floyd: 13p, 4rimb, 11ass (13val);
  • Matteo Laganà: 14p, 5ass (14val);
  • Celis Taflaj: 6p, 2rimb;
  • Abdel Fall: 12p, 13rimb, 2recup (20val);
  • Simone Bellan: 3p;
  • Flavio Gay: 9p, 2rimb, 2ass;
  • QUINTETTI INIZIALI:
  • UDINE: FEDERICO MUSSINI, DOMINIQUE JOHNSON, MICHELE ANTONUTTI, JOSEPH MOBIO, NANA FOULLAND.
  • ORLANDINA: MATTEO LAGANA’, JORDAN FLOYD, SIMONE BELLAN, XAVIER JOHNSON, ABDEL FALL.
  • 19a Giornata:
  • Orzinuovi – Tortona [63-78] (giocata il 3/02)
  • Pallacanestro Biella – Scaligera Verona [85-80]
  • Piacenza – Basket Torino [78-82]
  • Blu Treviglio – Pallacanestro Mantovana [82-71]
  • Bergamo – Casale Monferrato [104-68]
  • Pallacanestro Trapani – Urania Milano [2/04/2021]
CLASSIFICA SERIE A2 GIRONE VERDEPunti
Tortona [16-3]32 punti
Udine [11-8]22 punti
Urania Milano [11-8]22 punti
Basket Torino [10-5]20 punti
Blu Treviglio[10-9]20 punti
Piacenza [10-10]20 punti
Orzinuovi [9-7]18 punti
Orlandina Basket [8-9]16 punti
Pallacanestro Trapani [8-10]16 punti
Pallacanestro Mantovana [8-11]16 punti
Casale Monferrato [8-11]16 punti
Scaligera Verona [8-11]16 punti
Bergamo [6-11] 12 punti
Pallacanestro Biella [5-15]10 punti
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com