Dpcm Pasqua, divieti e paradossi: niente vacanze in Italia, si vola però oltre la Nazione.

Zona rossa per tutta la Nazione, ma è consentito andare in vacanza fuori Italia.

Zona rossa a Pasqua e Pasquetta

Il decreto legge approvato dal Consiglio dei ministri del 13 marzo 2021 ha abolito le “zone gialle” trasformandole automaticamenete in arancione  (passaggio al quale è stata costretta anche la Sicilia)  e ha stabilito che nei giorni 3, 4 e 5 aprile (sabato, Pasqua e Pasquetta) su tutto il territorio nazionale si applicheranno le restrizioni previste per le “zone rosse”.

Ciò significa, oltre alla chiusura delle attività non essenziali, lo stop agli spostamenti. E’ consentito muoversi solo “per comprovati motivi di lavoro, salute o necessità” (anche verso un’altra Regione o Provincia autonoma). La normativa prevede poi che “gli spostamenti per far visita ad amici o parenti autosufficienti e, in generale, tutti gli spostamenti verso abitazioni private abitate diverse dalla propria non dovuti a motivi di lavoro, necessità o salute sono invece vietati fino al 2 aprile e nella giornata del 6 aprile 2021. Nei giorni 3, 4 e 5 aprile 2021 sarà consentito una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata della stessa Regione, tra le 5 e le 22, a un massimo di due persone, oltre a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che convivono con loro”. “

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com