“Valore Pubblico: la Pubblica amministrazione che funziona”, è una iniziativa ideata dalla Sda Bocconi
School of Management e dal Gruppo Editoriale Gedi, che ha ottenuto il patrocinio del Ministro per la
Pubblica Amministrazione, del Dipartimento della Funzione Pubblica e di Anci e Upi, con l’obiettivo di
valorizzare e condividere le “buone pratiche” nell’ambito delle pubbliche amministrazioni, ovvero quelle
esperienze ad alto tasso di innovazione che apportano risultati tangibili e misurabili per i destinatari, sia in
termini di modernizzazione dei servizi sia nell’organizzazione dei sistemi di gestione.
“Valore pubblico, è una di quelle iniziative ” ha dichiarato il Ministro Renato Brunetta “che punta a sostenere il processo di cambiamento della PA avviato nel 2021 con la riforma dei concorsi pubblici, le
semplificazioni, la riqualificazione del lavoro pubblico, e destinato ad avanzare nel 2022, che si prospetta
come l’anno dell’innovazione”.
All’edizione 2022 sono stati presentati 179 progetti, suddivisi in 10 categorie di intervento.
La Città Metropolitana di Messina, con la supervisione della Segretaria Generale, avv. Maria Angela Caponetti , ha presentato sei distinti progetti:
• BuyGreen: categoria Innovazioni Gestionali;
• Comunità di pratiche: categoria Semplificazione;
• Futuri cittadini responsabili : categoria Sostenibilità;
• Progettare per ripartire: categoria innovazione e Creatività;
• Messina la città nuova, dal Liberty al razionalismo: categoria Cultura e turismo;
• AccogliME: categoria diversità e inclusione;
Tra questi i progetti “Messina la città nuova, dal Liberty al razionalismo” e “Accogli me”, entrambi realizzati
del Servizio turismo della I Direzione “Servizi Generali e Politiche di sviluppo economico e culturale”,
diretta dall’avv. Anna Maria Tripodo, hanno ottenuto la “menzione speciale” di “Amministrazione che
funziona”.
Il primo progetto “Messina la Città Nuova, dal Liberty al Razionalismo” (2018-2019-2020-2021), diretto dal compianto prof. Franz Riccobono, ha preso vita da una proposta del Lions Club Messina Host, con il
coordinamento della Città Metropolitana di Messina in collaborazione con il Comune di Messina e l’Ufficio Scolastico VIII Ambito territoriale di Messina.
Protagonisti dell’iniziativa sono stati gli studenti delle classi quarte e quinte degli istituti scolastici superiori di Messina che, in una serie di visite guidate dal prof. Riccobono, sono stati condotti alla scoperta del prezioso patrimonio architettonico realizzato nella città di Messina durante la ricostruzione successiva al terremoto del 1908, con l’invito a raccogliere immagini fotografiche sugli scorci liberty e razionalisti della città. 12 fotografie, selezionate da una apposita commissione, sono state utilizzate per realizzare un calendario a scopo divulgativo-turistico.

Il progetto AccogliMe (2018-2019), nato da una intuizione dell’Autorità Portuale di Messina e della
cooperativa sociale Onlus Medihospes, che insieme alla Città Metropolitana (Servizio “Turismo” della I
Direzione) ne ha curato anche il coordinamento e la programmazione attuativa.
Il programma si è basato sul coinvolgimento degli studenti dell’Istituto Tecnico Economico Statale “A.M.
Jaci” e la partecipazione del Comune di Messina – Assessorati alle Politiche Sociali e Migrazioni e al
Turismo.
Il progetto ha riguardato complessivamente 15 minori non accompagnati, ospiti nella struttura protetta “Casa Ahmed”, provenienti da 5 diversi paesi africani quali Costa d’Avorio, Repubblica di Guinea, Senegal,
Burkina Faso, Gambia, con l’obiettivo di inserirli in un percorso di integrazione attraverso il loro
coinvolgimento in attività di informazione turistica ai croceristi in arrivo presso il Terminai del porto di
Messina, grazie anche alle loro conoscenza delle lingue inglese e francese.
I minori accolti come profughi dalla città di Messina a loro volta hanno accolto i turisti delle navi da
crociera, fornendo informazioni sulla città e sul territorio, con il presidio del punto informativo all’interno del terminal croceristico dell’area portuale.
Ad accogliere i turisti si sono alternati due ragazzi migranti minori affiancati da due responsabili dell’Ufficio Informazioni turistiche della Città Metropolitana e da due studenti dell’Istituto Tecnico Commerciale Jaci.
L’attività di formazione dei minori è stata curata da funzionari dell’Autorità Portuale di Messina,
dall’Infopoint della Città Metropolitana di Messina e dagli studenti di alcune classi dei corsi Turismo
dell’istituto A.M. Jaci.
La Città Metropolitana si è anche fatta carico, con i dipendenti dell’InfoPoint, del servizio di Tutor ai minori di “Casa Ahmed”, supportandoli con la propria esperienza nel fornire ai visitatori informazioni sulle
peculiarità artistiche, monumentali, culturali e paesaggistiche della città di Messina.
Entrambi i progetti sono stati realizzati dalla Città Metropolitana di Messina, ma hanno avuto la
fondamentale collaborazione di altri soggetti che qui si ricordiamo e ringraziamo:

  • per “AccogliMe” (2018-2019): Cristiana Laurà (Autorità di Sistema portuale dello Stretto), Ettore Gentile (Autorità di Sistema portuale dello Stretto), Maria Andaloro e Giuseppe Silvestro (Coop. Sociale medihospes Coordinatori Casa Ahmed e SPRAR “Casa Touré e casa Michelle), Alessandra Calafiore (ex Assessore Politiche Sociali e Migrazioni del Comune di Messina), Dafne Musolino e Vincenzo Caruso (Assessori Turismo del Comune di Messina), Salvatore De Francesco (Dirigente Turismo del Comune di Messina), Marina La Rocca (Referente Alternanza Scuola/Lavoro dell’Ist. Tec. Econ. Jaci).
  • per “Messina “la Città Nuova, dal Liberty al Razionalismo” (2018-2019-2020-2021): Franz Riccobono
    (Storico), Santino Morabito (Lions Club Messina Host), Pasquale Spataro (Lions Club Messina Host),
    Elisabetta Baradello (Lions Club Messina Host), Donato Mannina (Lions Club Messina Host).
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com