Annunci

 

    

 

                      

L’Amministrazione Ingrillì vende l’Istituto Tecnico “Merendino” in assenza di una opportuna e preventiva valorizzazione.

Tutto ciò determinerà un’inevitabile Danno Erariale con conseguenti responsabilità civili, penali e patrimoniali per amministratori e dirigenti.

Preg.ma Dott.ssa Carmela Caliò
Segretario Generale
del Comune di Capo d’Orlando
Preg.mo Arch. Mario Sidoti Migliore
Responsabile dell’Area Lavori Pubblici
del Comune di Capo d’Orlando


Preg.mo Arch. Salvatore Lo Cicero
Responsabile dell’Area Urbanistica Edilizia
del Comune di Capo d’Orlando
Preg.ma Dott.ssa Antonella Micale
Responsabile dell’Area Economico-Finanziaria
del Comune di Capo d’Orlando
Al Collegio dei Revisori dei Conti
per il tramite del Presidente del Consiglio Comunale
di Capo d’Orlando
e p.c. Preg.mo Sig. Sindaco
del Comune di Capo d’Orlando
Preg.mo Sig. Presidente del Consiglio Comunale
di Capo d’Orlando
Ai Consiglieri Comunali
per il tramite del Presidente del Consiglio Comunale
di Capo d’Orlando

OGGETTO: Criticità rappresentate dal Segretario Generale Dott.ssa Carmela Caliò con note del 26.05.2023
prot. n. 0016739 e del 29.05.2023 prot. n. 0016921 – Richiesta Certificazione Destinazione Urbanistica con
note del 31/01/2023 prot. n. 3725 e del 21/02/2023 prot. n. 6108. – Richiesta assistenza, chiarimenti e
rilascio documentazione.

I sottoscritti Consiglieri Comunali, Renato Carlo Mangano, Sandro Gazia, Teodolinda Liotta, Felice Scafidi,
Giuseppe Truglio, nell’espletamento del proprio mandato elettorale,

PREMESSO

che il Segretario Generale Dott.ssa Carmela Caliò con note del 26.05.2023 prot. n. 0016739 e del 29.05.2023
prot. n. 0016921 ha evidenziato delle criticità nelle procedure di alienazione dell’immobile comunale “Ex
Istituto Tecnico Commerciale e per Geometra (I.T.C.G.) “F.P.Merendino”, rappresentando, tra l’altro,
possibili responsabilità patrimoniali e penali per chi se ne rendesse autore di eventuali e ingiustificati ritardi
nei tempi di attuazione delle misure poste “a base di un’azione sostanziale, a sostegno del Piano di Riequilibrio
Finanziario Pluriennale” e, “più segnatamente: introiti a seguito di alienazione di beni, concorrenti a comporre
la quota annuale del Piano di Riequilibrio”;

che il superiore Dirigente ha sottolineato che le richiamate criticità diventerebbero “oggetto di valutazione
negativa che potrebbe sfociare nel rigetto del piano di riequilibrio da parte del Ministero dell’Interno e della
Corte dei Conti”.

CONSIDERATO

che i Consiglieri comunali scriventi con note del 31.01.2023 prot. n. 3725 “Ditta TRIGEO s.r.l. – Foglio 21
– Particella n. 634 Sub 1 e Ex Istituto Tecnico Commerciale e per Geometra (I.T.C.G.) “F.P.Merendino”
Foglio 21–Particelle n.341 e n.342. – Richiesta Certificazione Destinazione Urbanistica” e del 21/02/2023
prot. n. 6108 “Ditta TRIGEO s.r.l. – Foglio 21 – Particella n. 634 Sub 1 e Ex Istituto Tecnico Commerciale e
per Geometra (I.T.C.G.) “F.P.Merendino” Foglio 21 – Particelle n. 341 e n. 342. – Richiesta Certificazione
Destinazione Urbanistica–SOLLECITO”, avevano chiesto il rilascio della certificazione di destinazione
urbanistica degli immobili di seguito riportati:

  • Ditta TRIGEO s.r.l. con sede legale in Naso (Me) – C. F. 01800660837 – Foglio 21 – Particella 634 Sub
    1;
  • Ex Istituto Tecnico Commerciale e per Geometra (I.T.C.G.) “F.P.Merendino”-Via Lungomare Andrea
    Doria – Capo d’Orlando (P.T.- P.1° – P.2°) Foglio 21 – Particella 341 e 342;
    che il Capogruppo consiliare di CambiAmo Capo, come riportato nelle deliberazioni di C.C. n. 38 del
    11.10.2022 “APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE 2022-2024 DELLE ALIENAZIONI E VALORIZZAZIONI
    IMMOBILIARI – ANNO 2022 – ART. 58 DELLA LEGGE 133/2008” e n. 5 del 15/02/2023 “ART.151 E 170 DEL
    D.LGS 18 AGOSTO 2000 N. 267. APPROVAZIONE DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE (DUP)
    2022/2024”,
  1. ha rappresentato palesi e reiterate violazioni della vigente normativa in materia e di quanto affermato
    dalla Corte Costituzionale, come di seguito riportato:
  • che la Sentenza n. 340 del 16/09/2009 ha dichiarato la parziale illegittimità dell’art. 58 comma 2°
    della L. 06/08/2008 n. 133, nella parte in cui prevede che “la deliberazione del Consiglio Comunale
    di approvazione del piano delle alienazioni e valorizzazioni costituisce variante allo strumento
    urbanistico”;
  • che pertanto la deliberazione del Consiglio Comunale di approvazione del piano in questione “non
    costituisce variante allo strumento urbanistico generale, ma come affermato dalla Suprema Corte,
    si dovranno attivare le ordinarie procedure di variante urbanistica secondo la normativa vigente
    regionale, nelle forme e modi di cui al sopracitato c. 2 dell’art. 58 del D.L. 112/2008, come
    convertito con la L. 133/2008 e smi, e –nel caso- del successivo c. 9-bis del medesimo art. 58”;
  • che “la sentenza della Corte Costituzionale n° 340 del 2009 ha sollevato l’eccezione di legittimità
    costituzionale dell’art. 58 L. 133/08, inficiandone parzialmente la fondatezza, circa l’effetto di
    implicita variante alla destinazione urbanistica. Afferma che secondo l’art. 136 della Costituzione
    quando viene sollevata l’eccezione di legittimità costituzionale, la norma cessa di applicarsi.
    Ritiene, infatti, in conseguenza di ciò, che il punto 7 dell’allegato che riguarda l’Istituto
    Merendino, presenti una destinazione Turistico-Ricettiva che non possa essere attribuita sin d’ora
    se non si effettua la variante. Sostiene che, contestualmente, dal piano delle alienazioni non può
    discendere la variante urbanistica damblè, ma debba scaturire successivamente da altri atti e cita
    l’esempio di un altro immobile riguardante la Casa di Riposo per Anziani di contrada Forno, che
    aveva già quella destinazione d’uso per la quale è stata utilizzata…”.
  1. ha sottolineato che “l’attuale P.R.G. non prevede per l’ex Istituto Tecnico Commerciale e per
    Geometra (I.T.C.G.) “F. P. Merendino” di Via Lungomare Andrea Doria (P.T. – P.1° – P.2°) la
    destinazione turistico/ricettiva del richiamato immobile ma quella di scuola e pertanto, afferma che
    si è di fronte ad un documento infedele; conseguentemente si rende necessaria una opportuna e
    urgente variazione di destinazione urbanistica per giustificare la previsione riportata nell’allegato
    “Elenco immobili inseriti nel piano triennale 2022-2024 delle alienazioni e variazioni
    immobiliari/piano di alienazione anno 2022 – art. 58 della Legge 06/08/2008 n. 133. Invita
    l’Amministrazione e gli uffici preposti a regolarizzare la scheda che è in contrasto con le attuali
    previsioni del P.R.G. e della normativa vigente che disciplina il piano delle alienazioni e
    valorizzazione immobiliari”.

Per quanto premesso e considerato, declinando ogni responsabilità, di natura civile, amministrativa e
patrimoniale,

INVITANO

il Segretario Generale, il Responsabile dell’Area Economico-Finanziaria, il Responsabile dell’Area Lavori
Pubblici, il Responsabile dell’Area Urbanistica Edilizia, il Collegio dei Revisori dei Conti, ognuno nell’ambito
delle proprie competenze e responsabilità d’ufficio, a:

  1. relazionare dettagliatamente:
  • sull’iter procedurale e sulle scelte tecniche che hanno giustificato l’alienazione del richiamato
    immobile comunale, in assenza di una opportuna e preventiva valorizzazione, con una variante
    urbanistica dell’attuale destinazione “scuola” a quella “turistico/ricettiva”, sicuramente più
    remunerativa per l’Ente Locale impegnato a sostenere il Piano di Riequilibrio Finanziario
    Pluriennale con gli introiti dell’alienazione del bene, necessari per onorare la quota annuale del
    richiamato Piano;
    tutto ciò per scongiurare un inevitabile danno erariale, con le conseguenti responsabilità civili,
    penali e patrimoniali per amministratori e dirigenti;
  • sullo stato di attuazione procedimento/assegnazione dell’Ex Istituto Tecnico Commerciale e per
    Geometra (I.T.C.G.) “F. P. Merendino”, evidenziando in particolare se la documentazione
    necessaria alla stipula dell’atto pubblico risulta completa per le richiamate finalità;
  • sulla tempistica relativa agli introiti derivanti dall’alienazione del richiamato bene, in quanto
    concorrente a comporre la quota annuale del Piano di Riequilibrio;
  1. intraprendere le più opportune e urgenti iniziative, anche per evitare l’inevitabile danno erariale, e a
    fornire la necessaria e dovuta assistenza nel rispetto dell’art. 43, comma 2 del D.Lgs 267/2000, per
    agevolare l’espletamento del mandato elettorale, coerentemente con l’art. 15 del L.r. n. 30 del
    23/12/2000 e in particolare per consentire agli scriventi di esaminare compiutamente e scientemente
    gli adempimenti susseguenti alla procedura di gara per l’alienazione dell’immobile comunale “Ex
    Istituto Tecnico Commerciale e per Geometra (I.T.C.G.) “F.P.Merendino”, in armonia con la
    documentazione di seguito elencata, da intendersi con la presente formalmente richiesta:
  • idonea documentazione che certifichi l’attuale intestazione del fabbricato, i dati di censimento
    catastale, la categoria, la consistenza e la rendita attribuita;
  • quanto sollecitato con nota del 21/02/2023 prot. n. 6108 ““Ditta TRIGEO s.r.l. – Foglio 21 –
    Particella n. 634 Sub 1 e Ex Istituto Tecnico Commerciale e per Geometra (I.T.C.G.)
    “F.P.Merendino” Foglio 21 – Particelle n. 341 e n. 342. – Richiesta Certificazione Destinazione
    Urbanistica–SOLLECITO.

Certi di un positivo e tempestivo riscontro che eviti il ricorso ad organi sovracomunali, l’occasione è gradita
per porgere Cordiali Saluti
Capo d’Orlando, 24 giugno 2023 F.to Renato Carlo Mangano
F.to Sandro Gazia
F.to Teodolinda Liotta
F.to Felice Scafidi
F.to Giuseppe Truglio