Annunci

Il Sindaco di Taormina Cateno De Luca, insieme alla Giunta Municipale e all’esperto del Sindaco, Salvo Puccio, dopo due blitz in due giorni consecutivi iniziati all’alba e finiti dopo un paio di ore, trasmessi in diretta social per verificare come veniva svolta la pulizia della città e il rispetto del capitolato d’appalto, ha appurato che la società Tekra che si occupa dei servizi integrati di igiene cittadina, non ha rispettato a suo dire, quanto era stato stabilito nel contratto che ha aggiudicato l’appalto del servizio.

Cateno De Luca ha dichiarato senza mezzi termini che la Tekra ha truffato il Comune di Taormina, perchè fra l’altro, non ha mai lavato le strade del centro città ogni giorno, così come previsto nell’appalto, come il Corso Umberto e le traverse limitrofe e di tutto il “comparto B”, e pulito le spiagge con un’apposita macchina che smuove la sabbia, nonostante questo adempimento sia previsto nell’appalto, inoltre la società non ha mai consegnato i kit a tutti i cittadini taorminesi e quelli che sono stati consegnati a eccezione del kit dell’indifferenziata, non hanno i codici a barre, per individuare eventuali cittadini, che non differenziano in maniera corretta.

La società Tekra ha risposto che potrebbe querelare De Luca, in quanto le affermazioni fatte in diretta via social, ledono il buon nome della società.

Questa sera dovrebbe essere formalizzato, con apposito atto deliberativo della Giunta Municipale, l’autorizzazione al Sindaco di Taormina di procedere alla denuncia all’autorità giudiziaria nei confronti della società Tekra.

Secondo quanto ha affermato De Luca, la stessa società ha commesso vari reati che potrebbero avere risvolti di natura penale.