Annunci

 

    

 

                      

E’ l’installazione di una tensostruttura la soluzione più percorribile per evitare il
trasferimento del pronto soccorso a Barcellona durante i lavori di potenziamento. In
tal senso già domani è previsto a Milazzo un sopralluogo con la Protezione Civile per
verificare la fattibilità di tale intervento prevedendo soprattutto tempi celeri.
E’ quanto emerso oggi nel corso dei lavori della sesta commissione Salute dell’Ars
che ha ascoltato in audizione il sindaco Pippo Midili.
Il primo cittadino milazzese, a nome anche degli altri amministratori del
comprensorio, ha rappresentato le esigenze del “Fogliani”, legate non solo alla
necessità di mantenere il pronto soccorso, ma anche di attenzionare altri reparti come
l’ostetricia che necessita di ulteriori medici per garantire la reperibilità notturna. Ma
la priorità resta il pronto soccorso alla luce dei lavori che ormai sono prossimi ad
iniziare.
Midili ha ribadito la necessità di trovare qualsiasi soluzione per garantire la sua
permanenza a Milazzo alla luce del bacino d’utenza interessato. Oltre alla
tensostruttura, nel corso della riunione è venuta fuori un’altra soluzione, proposta dal
deputato di Fratelli d’Italia, Pino Galluzzo di trasferire temporaneamente il pronto
soccorso nell’ala che ospita la direzione sanitaria, ma anche questa va verificata.
Impraticabile invece quella di mantenere l’attuale struttura aperta durante la fase dei
lavori alternando le aree visto che si creerebbero problemi col cantiere.
“Ho preso atto della disponibilità dell’assessore regionale Volo, del direttore generale
Iacolino – ha detto il sindaco Midili – che ringrazio, così come ringrazio il presidente
della commissione, on. Laccoto che è stato gentile a calendarizzare con urgenza
l’audizione e i deputati presenti che hanno dato massimo supporto alle iniziative a
beneficio dell’intero comprensorio. Speriamo domani di poter definire una soluzione
e rassicurare i cittadini”.