Annunci

 

    

 

                      

Questo evento offre un viaggio straordinario attraverso le opere di Scarpuzza, rendendolo un’esperienza imperdibile per gli amanti della bellezza. La mostra sarà anticipata da una prefazione di Mimmo Mòllica, noto per il suo acume e la profonda comprensione del mondo creativo. Nel suo testo, intitolato “Psicologia (spicciola) della matita”, Mòllica esplora il significato intrinseco della matita nella vita quotidiana, delineando la potente simbologia racchiusa in questo modesto strumento. Il saggio di Mòllica, inserito nella mostra di Scarpuzza, agisce come connettore tra il significato della matita e l’espressione di Scarpuzza, offrendo una visione straordinaria sulla creazione e sulla ricerca dell’essenza umana.

L’evento, organizzato da CONFINSERIMENTO Associazione Culturale Ricreativa Sociale di Capo d’Orlando, con il sostegno della presidente Laura Sapienza e l’organizzazione di Pietro Di Maria, va oltre l’esposizione. È un invito a celebrare la creatività di Scarpuzza e ad esplorare la bellezza di Capo d’Orlando da nuove prospettive. La mostra offre l’opportunità unica di apprezzare e scoprire il mondo di Scarpuzza in un contesto ricco di significato e ispirazione.

Per l’occasione, l’Istituto Comprensivo N.1 – Giuseppe Tomasi di Lampedusa parteciperà alla mostra “Punti Di Vista” di Ernesto Scarpuzza, grazie alla dirigente Rosaria Addamo. La mostra accoglierà le classi nei giorni 18 e 19 dicembre, consentendo ai ragazzi di presentare i propri lavori a matita con il loro personale “Punto di Vista” su Capo d’Orlando. Questa è un’opportunità per i giovani di esprimersi artisticamente e condividere la loro visione, offrendo una prospettiva unica e coinvolgente sull’arte e la creatività.

Per ulteriori informazioni sulla mostra, si prega di contattare CONFINSERIMENTO all’indirizzo email confinserimento@gmail.com o al numero di telefono +39 350 0705574. L’ingresso è gratuito e aperto a tutti. Non perdete questa straordinaria opportunità di immergervi nella bellezza di Capo d’Orlando.

Sito internet: Clicca qui per vedere la mostra!