ultimo minuto Orlandina – Bergamo

E’ una vittoria importante quella dell’Orlandina al PalaFantozzi contro Bergamo, che restituisce un pò di umore ad una squadra la quale, dal punto di vista dei miglioramenti tattici era pronta, ma non dal punto dei risultati. Capo d’Orlando e Bergamo giocano un primo quarto equilibrato e di studio dell’avversario, 10 pari quando mancano 3:24, chiusosi poi con gli ospiti avanti di 2 lunghezze. Il secondo quarto è di marca Orlandina che piazza il break sul parziale di 12-2 a 3 minuti circa dall’intervallo lungo con il punteggio di 27-19, in seguito chiuso con un 18-8 complessivo con Orlandina avanti di 8 punti. Il terzo periodo è quello decisivo: Marco Laganà trascina i compagni, arriva la prima tripla dei padroni di casa con Kinsey e di seguito anche quelle di Mobio, il vantaggio dei paladini all’ultimo mini intervallo aumenta, chiuso avanti di 16 punti con parziale di 19-11. L’ultimo periodo è di gestione per i locali che devono solo tenere lontano gli avversari, toccando il massimo vantaggio (+17) a 4:26 dalla sirena sul 61-44. Finisce con il successo dell’Orlandina con tredici punti di vantaggio, una boccata d’ossigeno per la squadra “operaia” di coach Marco Sodini che chiude la serie negativa dopo un digiuno di un mese e 11 giorni; per i gialloneri bergamaschi è l’ennesimo tracollo psicologico: nona sconfitta consecutiva e crisi di risultati che si prolunga (ultima vittoria datata 19 ottobre 2019). Prossimo turno ed ultima giornata d’andata, L’Orlandina andrà in trasferta giocando sull’ostico parquet del Forum contro la capolista Biella; mentre Bergamo tornerà a giocare sul parquet del PalaAgnelli ospitando nel derby Treviglio.

Cronaca partita: coach Sodini parte con il seguente quintetto: Marco Laganà,Kinsey,Bellan,Lucarelli,Johnson; coach Calvani risponde con: Zugno,Carroll,Lautier-Ogunleye,Allodi,Bozzetto.Buona partenza del duo americano di Capo d’Orlando, che immediatamente con tre realizzazioni porta i padroni di casa sul 6-2; Bergamo però si affida a Jeffrey Carroll e Ruben Zugno che ritrovano l’esatta parità a quota 10 al 6′. Gioco frammentato da entrambe le parti, con le due squadre che sono poco precise e non trovano agevolmente la via del canestro. Zugno, con 5 punti in fila mette il sigillo sul primo periodo portando gli ospiti in vantaggio, 15-17 al 10′. Matteo Parravicini in avvio prova ancora ad allungare, ma Tarence Kinsey e Marco Laganà trovano nuovamente l’esatta parità a quota 19. L’Orlandina prova a prendere il largo grazie a Joseph Mobio e ancora a Marco Laganà trovando  il +8 (27-19 al 16′). Zugno per un attimo riduce con una tripla, ma i padroni di casa sembrano essere entrati in fiducia e sfruttano ancora il fattore Laganà, che nel secondo periodo è una vera e propria spina nel fianco per la difesa bergamasca, ritornano negli spogliatoi sul 33-25. Al ritorno sul parquet Davide Bozzetto e Carroll provano a ridurre le distanze, ma il neo acquisto siciliano si carica ancora una volta la squadra sulle spalle e mantiene il +8 (36-28 al 22′). Dwayne Lautier e Caroll provano a riportare gli ospiti in scia, ma prima Mobio e  poi Simone Bellan e Jacopo Lucarelli restituiscono il largo vantaggio a Capo d’Orlando, 42-33 al 27. Gli ultimi 3 minuti sono un assolo dell’Orlandina, con la squadra di coach Calvani incapace di reagire e Kinsey che confeziona la prima tripla per i locali del 52-36 di fine terzo quarto. Capo d’Orlando deve tirare un po’ il fiato in avvio di ultimo periodo, con Bergamo che prova ad imbastire la rimonta ma il tempo è tiranno per i lombardi con i due americani ed il solito Laganà che sono bravi a mettere una pezza nei momenti giusti e a riportare entusiasmo nell’ambiente orlandino chiudendo il match sul 67-54.

dichiarazione coach Calvani: “E’ stata la settimana peggiore per noi quest’ultima, perchè i due americani li abbiamo rivisti a disposizione giovedì, ed abbiamo fatto degli allenamenti con sette giocatori e per questo motivo non siamo riusciti a preparare al meglio questa partita, ma la mia non è una giustificazione, ma è la realtà dei fatti. Sono molto contento del recupero di Carroll facendo una prestazione al di là delle aspettative e questo ci dà fiducia nell’affrontare le prossime partite. Però dobbiamo fare qualcosa di più perchè a livello di energie questa sera volevamo combattere nei rimbalzi d’attacco e abbiamo subìto delle azioni di contropiede tante volte e più volte non siamo riusciti a concretizzare e di questo dobbiamo fare dei passi in avanti perchè non è sufficiente quando ci presentiamo in campo. domande al coach: Come si esce da questi momenti di difficoltà? Chiederà alla Società dei rinforzi di mercato? “Si esce ritornando a fare quello per cui ti sei presentato ad inizio del campionato, cioè quello di avere un coinvolgimento di squadra, e la Società si è già resa disponibile per tornare sul Mercato, quindi siamo attenti e vigili per quello che offre ed ovviamente per la situazione in cui siamo non possiamo permetterci di sbagliare nelle scelte inserendo uno o più innesti per migliorare l’organico”

dichiarazioni coach Sodini: “La ripartenza doveva passare da un qualcosa di brutto, schifoso ed orribile a livello di pallacanestro e quindi consapevoli di aver giocato una partita<<, pessima! a Roma>> (parole dettate). La settimana è stata molto faticosa e nervosa ed ho aggiunto due allenamenti: domenica e lunedì che erano giorni di riposo per i giocatori. Mi aspettavo ci fosse un nervosismo esasperato, che ci fosse paura e la cosa corretta è che la mia squadra avesse appunto paura per due ragioni: la prima è che non si può avere coraggio se non esiste la paura; il secondo è perchè molti gruppi, quando si trovano in grande difficoltà, nei momento in cui riescono in condizioni veramente avverse a ripartire, non importa come, poi dopo fanno tesoro delle esperienze che hanno fatto e se le portano dietro e da lì ci deve essere una vera risalita. In tutta la settimana ho detto ai miei ragazzi che i mio orizzonte degli eventi finiva con Bergamo, non volevo pensare a niente dopo, però oggi Bergamo è passata e dobbiamo avere consapevolezza che noi ogni giorno dell’anno deve essere il giorno nell’istante esatto in cui perdiamo con Eurobasket Roma! Tutti i giorni. E da qui dobbiamo partire a parlare di cose tecniche quando dai 8 e 11 punti nel secondo e terzo quarto a Bergamo. Abbiamo grandi margini di miglioramento che devono andare partita dopo partita e renderci conto delle cose che vanno e non, della nostra capacità di abbandonare la paura e di avere il coraggio di essere quelli che siamo, cioè una classe operaia. Adesso ci alleniamo sotto pressione e questi ragazzi sono buoni lavoratori e sono persone che vogliono migliorare e certamente ci sono delle problematiche che ad oggi sono evidenti, però nella partita di oggi le metto da parte perchè non contano! Oggi contava vincere la partita perchè serviva un punto zero in modo da cominciare a parlare di pallacanestro come vogliamo farlo noi”. domande al coach: Lei ha parlato di classe operaia di questa squadra e soprattutto parlo della parte tattica di questa partita: quello che bisogna migliorare è quello 0 su 8 da tre punti in un periodo preciso della partita e soprattutto le chiedo: Marco Laganà è il giocatore che ha dato la boccata d’ossigeno a questa squadra?Marco Laganà è semplicemente un giocatore che va ad inserirsi in un ruolo che era completamente scoperto e finchè non è arrivato lui, che non è un playmaker puro, ma prendo come esempio Ettore Messina (coach dell’Olimpia Milano) che dice: che esistono trattatori di palla e non, abbiamo preso un trattatore che messo lì ci ha fatto fare un grande un salto in avanti. Rispetto agli errori al tiro da fuori, al di là della condizione fisica di un Lucarelli ecc, i canestri costruiti da dentro l’area sono meglio di quelli sbagliati questa è la realtà, noi dobbiamo essere più bravi a mettere nelle condizioni di avere dei tiri aperti oppure di avere dei tiri in situazione di uscita dai blocchi per esempio per Kinsey che è un giocatore che può far canestro, per Querci che lo diventerà, quindi farei più un ragionamento sulle scelte che di efficacia a livello percentuale, ovviamente l’analisi è perfetta perchè è statistica e non ci si può fare niente, vogliamo migliorare? Ma prima le scelte: Marco Laganà che oggi gioca una partita da 20 punti prende 10 rimbalzi subisce 8 falli, ha sbagliato almeno, e lo dico ad alta voce perchè so di parlare con un campione, 4 passaggi facili per farne 4 difficili, quei 4 passaggi facili avrebbero prodotto un canestro da 3 punti sicuro! Lui finiva con 12 assist e noi finivamo con 4 su 10 invece che con 0 su 8. (in quell’occasione)

  • (PalaFantozzi):
  • ORLANDINA BASKET – BASKET BERGAMO [67-54]
  • Brice Johnson [ORL]: 10 punti, 6 rimbalzi;
  • Lorenzo Querci [ORL]: 1 punto, 2 assist;
  • Tarence Kinsey [ORL]: 12 punti, 6 rimbalzi, 5 assist [21 valutazione];
  • Marco Laganà [ORL]: 20 punti, 10 rimbalzi, 2 palle recuperate, 6 assist [29 valutazione];
  • Simone Bellan [ORL]: 4 punti, 7 rimbalzi, 2 stoppate;
  • Andrea Donda [ORL]: 5 punti, 5 rimbalzi, 2 stoppate;
  • Jacopo Lucarelli [ORL]: 2 punti;
  • Joseph Mobio [ORL]: 13 punti, 4 rimbalzi, 2 stoppate [10 valutazione];
  • Davide Bozzetto [BER]: 3 punti, 4 rimbalzi, 3 assist;
  • Jeffrey Carroll [BER]: 15 punti, 6 rimbalzi, 2 assist [22 valutazione];
  • Dwayne Lautier-Ogunleye [BER]: 3 punti, 7 rimbalzi, 2 assist;
  • Giovanni Allodi [BER]: 13 punti, 5 rimbalzi [13 valutazione];
  • Ruben Zugno [BER]: 16 punti, 5 rimbalzi, 2 palle recuperate, 3 assist [10 valutazione];
  • Matteo Parravicini [BER]: 4 punti.
  • recupero 9a giornata: 4 dicembre 2019
  • Basket Torino – Napoli Basket [77-59]
  • recupero 4a giornata: 5 dicembre 2019
  • Blu Treviglio – Fortitudo Agrigento [84-75]
  • le altre partite:
  • Domenica 8 dicembre:
  • Blu Treviglio – Eurobasket Roma [75-71]
  • Scafati – Biella [59-53]
  • Pallacanestro Trapani – NPC Rieti [77-66]
  • Tortona – Latina Basket [83-77]
  • Napoli Basket – Fortitudo Agrigento [64-74]
  • Casale Monferrato – Basket Torino [63-85]
CLASSIFICA SERIE A2 GIRONE OVESTPunteggi
Pallacanestro Biella 18 punti
Casale Monferrato 16 punti
Fortitudo Agrigento16 punti
Basket Torino16 punti
Blu Treviglio14 punti
Tortona 14 punti
Latina Basket14 punti
NPC Rieti 12 punti
Pallacanestro Trapani12 punti
Napoli Basket10 punti
Scafati 10 punti
Eurobasket Roma 6 punti
Orlandina Basket 6 punti
Bergamo 4 punti
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com