Gp di Spagna: Lewis Hamilton fa poker.

nel nuovo dominio Mercedes , il britannico precede Verstappen su Red Bull e il compagno di team Bottas. Ferrari non pervenuta: Leclerc ritirato e Vettel settimo.

Lewis Hamilton infila il quarto successo stagionale, come quattro sono i successi consecutivi sul cirtuito del Montmelò. Un altro dominio Mercedes come si ripete da anni e come si capisce in modo evidente dai doppiaggi fino al quarto piazzamento che riesce a fare la livrea “total black” del team manager Toto Wolff. Nel riassunto della corsa, Hamilton scatta bene dalla pole position e vola subito al comando, seguito da Max Verstappen che scavalca Bottas, il quale subisce anche il sorpasso della Racing point di Lance Stroll. Una brutta partenza quella del pilota finlandese che qualche giro dopo si riscatta e si riprende la terza posizione. Nel valzer dei pit-stop, la Red Bull del pilota olandese si conferma in mezzo alle Mercedes; mentre la nota stonata è ancora dalle parti della scuderia di Maranello: Ferrari che lottano per le posizioni 9 e 10 , segno evidente che non ci sono e continuano a non esserci miglioramenti; infatti al 38° giro, Charles Leclerc va in testacoda, la rossa accusa un problema tecnico: power unit fuori uso e ritiro per il monegasco. Si salva Sebastian Vettel, il quale con la sua tenacia strappa il 7° posto sul traguardo davanti ad Albon su Red Bull (8° posto), Gasly su Alpha Tauri (9° posto) e Norris su Mclaren (ancora a punti in decima posizione). Un paragrafo a parte merita il pilota messicano Sergio Perez, tornato a gareggiare dopo essere risultato positivo al coronavirus e che in questo weekend spagnolo ha chiuso al quinto posto sotto bandiera a scacchi dietro il compagno di squadra in Racing Point e davanti a Carlos Sainz Junior su Mclaren (6° posto). Il circus prende una pausa di 15 giorni, quando si ritornerà in pista nello spettacolare circuito di Spa-Francorchamps in Belgio.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com