Paolo Pietrangeli – “Amore amore amore, amore un cazzo”

Torna, Paolo Pietrangeli, con la pubblicazione di questo album, solo su vinile, perché, dice, “Come ho aperto tantissimi, troppi anni fa così adesso chiudo con un vinile.”, come se fosse il suo ultimo album, anche se non ne è del tutto sicuro…

Su Paolo Pietrangeli, più che una recensione, si potrebbe / dovrebbe scrivere un trattato, per la sua carriera di cantautore simbolo del ’68 (con canzoni come Contessa, Rossini, Valle Giulia…), per quella di regista cinematografico e televisivo (per anni ha firmato la regia del Maurizio Costanzo Show…), e per le altre mille attività, aneddoti, storie.

Ma qui parliamo di questo lavoro, in cui, nei tredici pezzi proposti (di cui tre inediti), ripercorre in qualche maniera la sua carriera, mettendo però un po’ da parte i consueti temi più prettamente socio-politici, in favore dell’amore e dei rapporti di coppia, seppur evidenziando sempre la riconosciuta qualità ed ironia nei testi, i giochi di parole e le metafore.

I tredici brani, peraltro, sono introdotti da discorsi, racconti, testi parlati in cui Pietrangeli racconta sé stesso tra aneddoti e storie che sono un valore aggiunto per la comprensione dei pezzi e di una intera carriera di cantautore, regista e tanto altro, risultando assolutamente funzionali all’ascolto, senza cadere mai nella mera descrizione o interpretazione.

L’album è pubblicato fisicamente solo in vinile, ma contiene un QR Code a mezzo del quale, in omaggio, si può ascoltare in streaming o scaricare il concerto al Teatro Parioli di Roma del 1995.

Un’opera imperdibile per l’approfondita conoscenza della carriera cantautorale di questo artista, attraverso brani forse meno conosciuti o comunque meno tramandati rispetto a quelli che hanno rappresentato un simbolo ideologico per le lotte del ’68, diffusi spesso attraverso la sola divulgazione orale, senza supporti fisici, e soprattutto senza i social, che sarebbero comparsi solo molti anni dopo.

Queste le scalette di LP e concerto live:

Tracklist LP

Lato A

Amore un cazzo

Le sirene

Amore coniugale

Lo stracchino

La merendera

Mamma vorei sapè

La lettera

Lato B

Cinema 2

Al ballo in città

Io ti voglio bene

La Roma

Circonferenza

Sabato 1 Gennaio

Contessa (ghost track)

Tracklist del concerto live al Teatro Parioli – Roma (1995) 


1) Cinecittà                                                               
2) Il Condominio                                                             
3) Alberto                                                                   
4) Valle Giulia                                                              
5) Dato che                                                                   
6) La Città Volatile                                                        
7) Uomini e Donne                                                            
8) Però il Paese Tiene                                                      
9) Ma per fortuna che c’è la Roma                                   

10) Isole Lontane 
11) Parlami di me 
12) Un Colpo in Testa
13) Il Vestito di Rossini
14) Era sui 40 Anni
15) Cinema
16) Come
17) La Notte in cui mi tolsi l’Armatura
18) Il Cavallo di Troia
19) Io ti voglio Bene
20) Il Cameriere
21) Contessa
22) Lo Stracchino
23) Farsi Sparire la Faccia
24) Valle Giulia (ripresa)

Rino Bonina

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com