“Naso città che legge”. Con l’approvazione della delibera di giunta (n° 40 del 25.02.2022), è ufficialmente partita la candidatura del comune nebroideo, all’iniziativa proposta da “Il Centro per il libro e la lettura”, Istituto autonomo del Ministero della Cultura che dipende dalla Direzione Generale Biblioteche e diritto d’autore. “Dalla lettura nascono lo sviluppo intellettuale, sociale ed economico delle comunità – ha affermato l’assessore Rosita Ferrarotto – anche la nostra città intende quindi riconoscere e sostenere, la crescita socio-culturale, attraverso la diffusione della lettura come valore identificativo e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva”. La qualifica di “Città che legge”, prevede l’impegno dell’Amministrazione Comunale a redigere e sottoscrivere il “Patto per la Lettura”, ovvero uno strumento che propone la promozione del libro e della lettura. “Un’opportunità da non perdere per un comune come Naso che patrocina costantemente iniziative in favore della lettura – dichiara il sindaco Gaetano Nanì – inoltre,  non dimentichiamo che nella biblioteca comunale “Carlo Incudine”, oltre a migliaia di opere, è presente la prestigiosa ed aggiornata Sezione Giuridica Giuffrè: unicità da preservare e valorizzare”. Al “Patto” possono aderire: istituti scolastici, associazioni culturali ed ETS, biblioteche, librerie e case editrici, parrocchie, istituti bancari, fondazioni, operatori economici, altri enti pubblici e privati, ma anche gruppi informali che si riconoscono nelle finalità dell’accordo. La manifestazione di interesse dovrà avvenire entro e non oltre, il 20 marzo 2022.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com