Palermo – “La Regione, con l’avvio della discussione sulla gestione delle acque reflue, ha la possibilità di cominciare ad affrontare il drammatico problema della desertificazione e della perdita di suolo agricolo, che in Sicilia riguarda circa il 70% del territorio secondo i più recenti studi.
Anche grazie al lavoro svolto dal 2018 con la nascita della Consulta sulla desertificazione in Sicilia e che coinvolge Ordini professionali, Università e IRSATT, abbiamo predisposto alcune proposte normative per dare risposte alle nuove emergenze ambientali che riguardano materie prime, acqua e cibo. È urgente fermare quel processo di degenerazione del nostro suolo, soprattutto i suoli agricoli.
Ogni anno perdiamo migliaia di tonnellate di suolo, e il fenomeno è accelerato dalla tropicalizzazione del clima che in Sicilia si manifesta con l’alternanza di bombe d’acqua e siccità.” Lo ha dichiarato Valentina Palmeri, deputata regionale dei Verdi – Europa Verde, ricordando il disegno di legge contro la desertificazione presentato insieme ad altri deputati regionali.
“Oggi è tempo di agire – continua Palmeri – perché questi processi rischiano di avere effetti devastanti sul nostro ambiente e sulla nostra agricoltura, portandoci alla dipendenza da Paesi terzi per alcune risorse essenziali.”

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com