Messina – “Prima l’Italia” unico partito di centrodestra tra le fila della maggioranza, sia a Palermo che a Messina, anche se solo con tre consiglieri in ciascuna città. La Lega siciliana, in linea con l’invito del leader Salvini di seguire i territori e non le manovre di palazzo, ha preferito un risultato che gli consentirà di avere voce in capitolo anche a Messina dove ha corso da sola a fianco del pupillo di De Luca, anzicchè allinearsi alle altre anime del centrodestra. Con il senno del “poi”, vista la difficoltà dei centristi di superare la soglia di sbarramento del 5%, la situazione risicata di Forza Italia ed un risultato sotto le aspettative di Fratelli d’Italia che non arriva al 10% godendo anche del contributo di Diventerà Bellissima, non sarebbe stato azzardato puntare su un candidato diverso da Croce. Resterà il dubbio che Nino Germanà sarebbe potuto essere un candidato a sindaco con maggiori chance di battere “Sicilia Vera”, ma troppi sono stati i condizionamenti in vista delle Regionali di autunno. La vittoria indiscussa di Federico Basile a Messina imporrà alle forze politiche di area di centrodestra una lucida analisi e passi indietro a tutti i livelli, perchè anche il nome del governatore dovrà uscire da un dialogo che tenga conto della volontà degli elettori, non solo delle logiche dei partiti. Tutto adesso dipenderà dalla capacità di ognuno di aver recepito la lezione. Si riportano di seguito le dichiarazioni del leader Salvini e degli esponenti locali della Lega in Sicilia: “Cateno De Luca ha lasciato un buon bilancio a Messina, ha amministrato bene e abbiamo sostenuto la sua squadra. Ma un conto è fare il sindaco, un conto è fare altro. A Messina l’abbiamo sostenuto con un gesto non semplice, abbastanza ardito, che però è stato premiato dagli elettori che hanno sempre ragione. Altri ragionamenti li faranno altri in altri tempi”. Così Matteo Salvini ha risposto ai cronisti che gli hanno chiesto se Cateno De Luca, già in corsa col suo movimento ‘Sicilia Vera’ per le regionali, può essere il nome papabile come candidato governatore per il centrodestra. Invece, con una nota congiunta l’onorevole Nino Germanà, Giacomo Caci, Daniela Bruno e Matteo Francilia, responsabile degli Enti Locali di Prima l’Italia hanno dichiarato all’indomani del voto messinese: “Siamo orgogliosi di aver presentato la lista Prima l’Italia a sostegno di Federico Basile Sindaco formata da donne e uomini competenti e perbene. È necessario portare avanti quel progetto di virtuosità già avviato a Messina e per questa ragione non possiamo perdere tempo! Con la capacità, l’umiltà e l’equilibrio di Federico Basile per vincere al primo turno nell’interesse di Messina e dei messinesi. Un doveroso ringraziamento all’avvocato Igor Germanà, che da sempre segue la parte tecnica per la presentazione delle nostre liste”. 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com