Annunci

 

    

 

                      

L’assessore alla cultura, Lucia Scolaro è intervenuta ieri sera alla cerimonia di
inaugurazione della “Scalinata degli artisti” che nasce dalla sinergia tra Lions club e
liceo artistico “Guttuso” per valorizzare la via Erta San Domenico. Con il supporto
dell’Amministrazione comunale la scalinata è stata riqualificata e quindi si è
proceduto alla collocazione di 30 vasi corredati con pannelli a tema storico-religioso
che rappresentano vicende storiche e culturali del territorio e altrettanti a tema
paesaggistico realizzati dagli studenti del Guttuso.
Alla cerimonia di apposizione della targa sono intervenuti anche il presidente del club
service, Stefano Yuri Paratore e la dirigente dell’Istituto Guttuso, Delfina Guidaldi.
L’iniziativa –ha ricordato Paratore – risale all’anno sociale 2020-2021 quando fu
deciso di adottare la scalinata. Ad inizio interventi di scerbatura, poi manutenzione
ordinaria, quindi avvio dell’abbellimento ed oggi il completamento dell’opera con la
realizzazione della bellissima “Scalinata degli artisti”, che si va ad inserire nel quadro
del service distrettuale Lions “La Sicilia per non vedenti, rendiamo fruibili i beni
culturali ed ambientali”. Da un protocollo di intesa con la scuola della Guidaldi,
nell’ambito del progetto alternanza scuola-lavoro, sono state realizzate 30 opere
d’arte su pannelli collocati sui vasi che sono stati scoperti nel corso della cerimonia
inaugurale, a dimostrazione che l’intervento è stato finalizzato alla riqualificazione di
uno degli scorci più belli e rappresentativi del centro storico, che collega il borgo
marinaro di Vaccarella con la cittadella fortificata. Merito anche dell’ammirevole
manualità degli studenti del Liceo Guttuso interessati al progetto, che sono stati
magistralmente guidati dall’estro artistico della referente professoressa Claudia
Lombardo docente di design e ceramica. I pannelli ripercorrono e rappresentano
alcuni aspetti delle vicende storiche e culturali del territorio, valorizzandone il
passato e le risorse naturali. L’ordine di esposizione inizia dall’alto della scalinata e
prosegue verso il mare di levante. Importante la collocazione di un pannello braille
per rendere il bene fruibile pure ai non vedenti –come ha spiegato Paratore-,
descrivendo cos’è la scalinata, accedendo a un codice che scansionandolo farà partire
un audio guida che racconterà, attraverso i pannelli, la storia della Città.