Annunci

 

    

 

                      


Certificata la solidità economica dell’Ente ed il rispetto dei vincoli di finanza pubblica
Si è riunita stamane, nel Salone degli Specchi di Palazzo dei Leoni, la Conferenza Metropolitana
della Città Metropolitana di Messina. Presenti il Sindaco Metropolitano dott. Federico Basile, la
Segretaria Generale avv. Rossana Ccarrubba, la Dirigente ad interim della II Direzione “Affari
Finanziari e Tributari”, dott.ssa Maria Grazia Nulli, il Presidente e i componenti del Collegio dei
Revisori dei Conti dott.ri Giuseppe Galati, Salvatore Messineo e Rosario Vicari, oltre ai Sindaci del
territorio metropolitano.
La seduta ha raggiunto, in seconda convocazione, il quorum previsto per la validità con la
partecipazione complessiva di 61 Sindaci su 108, in presenza e in teleconferenza.
Dopo le operazioni preliminari di rito, ha preso la parola il Sindaco Metropolitano che ha
sottolineato come il rendiconto della gestione rappresenti il momento conclusivo del processo di
programmazione e di controllo previsto dal legislatore nell’ordinamento contabile.
Si tratta di una sintesi di fine periodo che mira a rendere pubblico il modo in cui sono state
utilizzate le risorse a disposizione dell’Ente, in relazione a quanto previsto nel bilancio di previsione
e, pertanto, costituisce un importante momento di verifica sulla realizzazione del programma
politico-amministrativo.
Il rendiconto in discussione certifica, dopo gli anni bui del passato decennio, alcuni dei quali senza
bilancio, la rinnovata solidità economica della Città Metropolitana, che vede un avanzo libero, per
l’anno 2022, pari a € 2.620.677,73, somme che, continua Federico Basile, saranno utilizzate in
concertazione con i Sindaci, per fare fronte alle criticità dei territori. Per tale ragione, già dalla
prossima settimana, saranno avviati una serie di incontri.
Il Bilancio Consuntivo 2022, accompagnato dai documenti obbligatori, attesta il rispetto dei vincoli
di finanza pubblica, la regolarità delle procedure contabili, la corrispondenza tra dati di bilancio e
scritture contabili, il rispetto del contenimento e la riduzione delle spese di personale, il rispetto dei
limiti di indebitamento e del divieto di indebitarsi per spese diverse da quelle d’investimento, la
corretta verifica degli equilibri finanziari e del riaccertamento dei residui.
La gestione finanziaria 2022 si è chiusa con un risultato di amministrazione pari ad euro
152.398.441,64.
L’avanzo libero è, per l’anno 2022, pari ad € 2.620.677,73.
Nel dettaglio le entrate proprie dell’Ente sono state pari a euro 40.616.108,34.
Sempre per l’anno 2022, le spese correnti si sono attestate complessivamente a € 78.237.111,12
mentre la spesa per investimenti è stata pari ad € 37.809.997,59.
La Città Metropolitana di Messina, anche per il 2022, non ha fatto ricorso all’utilizzo
dell’anticipazione di cassa presso la Tesoreria a conferma della buona liquidità dell’Ente e di una
attenta gestione dei flussi

Al 1 gennaio 2022 la disponibilità di cassa era di € 97.929.738,49 e al 31 dicembre 2022 è risultata
pari ad € 134.058.981,72.
Alle risultanze di cassa di cui sopra si aggiungono 134.375.257,11 euro relativi ai residui attivi 2022
e 94.298.720,60 euro facenti parte dei residui passivi 2022.