Il Green Pass sarà obbligatorio dal 6 agosto per molte attività

Dopo le consultazioni con le Regioni, si è annunciato che sarà necessario esibire il Green Pass per:

  • mangiare e bere in bar e ristoranti (solo tavolini al chiuso, non necessario per tavolini all’esterno e consumazioni al bancone)
  • sale gioco, sale scommesse, casinò
  • parchi divertimento, piscine e parchi a tema
  • palestre, teatri, musei e cinema
  • stadi e concerti di grandi dimensioni
  • le discoteche rimangono chiuse, a prescindere dal colore della zona della regione e dallo stato di vaccinazione dei cittadini.

Le nuove misure entreranno in vigore il 6 agosto (non dal 5 agosto come erroneamente affermato da Draghi nel corso della conferenza), anche se formalmente il decreto sarà valido a partire dal 23 luglio. Questo permetterà agli operatori di adeguarsi alle nuove norme e al tempo stesso permetterà alle regioni di adottare più rapidamente i nuovi parametri per il passaggio da una zona all’altra, altro punto fondamentale discusso nel consiglio dei ministri di oggi.

Per la precisione: i nuovi parametri per valutare il cambio colore delle regioni (attualmente sono tutte bianche) puntano prevalentemente sull’incidenza ospedaliera: la zona gialla entrerà in vigore quando negli ospedali saranno occupati il 10% dei posti letto in terapia intensiva e il 15% delle ospedalizzazioni complessive; le percentuali salgono rispettivamente a 20 e 30% per la zona arancione e 30 e 40% per la zona rossa.

Il terzo punto chiave discusso durante il Consiglio dei ministri è la proroga dello stato di emergenza: ora scadrà il 31 dicembre 2021, naturalmente salvo ulteriori proroghe. Intanto, ricordiamo, oggi sono cresciuti in modo notevole i numeri della pandemia: ci sono 5.057 nuovi positivi al coronavirus SARS-CoV-2, mentre ieri erano stati solo 4.259. Le vittime di oggi sono state 15, mentre ieri erano state 21. Un dettaglio importante è che il tasso di positività dei tamponi molecolari e antigenici è cresciuto in modo sensibile, dall,1,8% al 2,3%. Sono 158 al momento i pazienti ricoverati in terapia intensiva, cifra stabile rispetto a ieri. Sono aumentate le ospedalizzazioni generiche – 1.234, ovvero 38 in più rispetto a ieri.

Precisiamo che queste sono le prime notizie “calde” subito a ridosso della conferenza di Mario Draghi. Ulteriori informazioni e dettagli approfonditi arriveranno nel corso delle prossime ore.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com